No Tax Day. Matteo Salvini: “la Lega va oltre l’interesse politico e si mette in gioco”

Milano. Davanti ad una sala strapiena per il No tax day, Matteo Salvini propone un Comitato di Salvezza Nazionale, per risolvere a breve le crisi italiane. Il messaggio è che la lega, anche se è il primo partito v,a oltre l’interesse politico e si mette in gioco.

No tax day Milano con Matteo Salvini

“Lo propongo a tutti”, dice Matteo Salvini parlando della proposta di istituire un comitato di salvezza nazionale. “Per qualche mese ci si mette intorno ad un tavolo, sospendendo liti e attacchi, e si pensa all’Italia. Lo chiedo a tutti. Mettiamo sul tavolo e realizziamo 5, 10 punti urgenti. Poi si va a elezioni”. La preoccupazione dell’ ex ministro dell’interno è legata alla gestione della crisi dell’Ilva, e il coinvolgimento inesorabile che subiranno anche le aziende metalmeccaniche di tutta Italia, che lavorano con l’acciaio.

Il banco popolare di Bari prima salvo e poi commissariato

Poi l’arrivo a freddo della notizia del commissariamento del banco popolare di Bari. Nonostante le rassicurazioni date alle 14 di ieri dal primo ministro Conte, che ne attestava la salute, alle 20 dello stesso giorno è stata commissariato. Ha ha un buco da circa un miliardo di euro. Salvini ha anche parlato di un consiglio dei ministri urgente, sempre ieri, indetto per firmare un decreto per salvare il banco di Bari e in cui si sono presentati solo il primo ministro e de ministri. Gli altri, dalle pagine dei giornali, hanno annunciato la loro assenza.

No tax day: Lega primo partito, momentaneamente all’opposizione, ma disposto al dialogo per il bene nazionale

“Mi hanno annunciato che, secondo i sondaggi, la Lega è il primo partito anche in Toscana. Potremmo star qui ad aspettare il momento del voto, divertendoci a prendere in giro gli esponenti del governo: il rischio però è troppo grande. Per il bene di tutto accettiamo di parlare con tutti” ha detto proponendo alla platea questa soluzione. Lo si vedeva scrutare i volti. La platea pareva ottimamente disposta ad accettare la soluzione, non ci sono state rimostranze. La gente, soprattutto, pare chiedere a Matteo Salvini di fare in fretta, di sistemare le cose, ed è impossibile farlo dall’opposizione. Quindi qualunque cosa va bene, anche un comitato di salvezza nazionale attorno a pochi punti prima di andare alle elezioni.

Salviamo il salvabile

Annunci sponsorizzati

Di fronte alle troppo numerose crisi aziendali, alla mancanza di lavoro, e alle troppe tasse che gravano su imprese e famiglie, la realizzazione degli ideali tipici della lega diventano un programma secondario anche per i leghisti. Oggi la platea sembrava dire, al posto di “prima gli italiani”, “prima salviamo il salvabile”.

Complimenti a chi passa dal governo all’opposizione. Persone che hanno cuore al posto del portafoglio e non il contrario

Matteo Salvini ha fatto i suoi complimenti a chi dai banchi del governo, sta passando a quelli dell’opposizione e alla Lega. “Tanto di cappello a chi coraggiosamente decide di lasciare il governo per passare all’opposizione. E’ chiaro che non lo fa per interesse personale. Di solito è il contrario. Se c’è un interesse economico o politico si lasciano le opposizioni per passare al governo.” Sono alcuni dei passaggi del intervento di Matteo Salvini al No Tax Day che hanno reso la giornata particolarmente importate.

Annunci sponsorizzati

Culture digitali

Il convegno organizzato a Milano è il primo. Lo stesso format del No Tax day sarà portato in tour per tutta Italia. Ha visto la partecipazione di diverse associazioni di imprenditori, fra cui Conflavoro pmi, di commercianti, del comitato Flat Tax. Da Sindacato degli imprenditori, ai politici e agli economisti, dal professor Valditara ad Armando Siri, si sono avvicendati sul palco della sala in corso Venezia a Milano per analizzare proposte, ma soprattutto per fare il punto e dare voce ai problemi che gravano i questo momento sull’economia, fra cui quello più pesante: le tasse.

Annunci sponsorizzati

Mba

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 3707 Articoli
Giornalista metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 fino alla fine nel dicembre 2019, speaker di Radio Padania libera, scrivo su alcune testate, qua e là, coordino le redazioni di Co Notizie, Nord Notizie e di altri portali di informazione. Sono anche un Web and Seo Editor Specialist.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi