Allarme infiltrazioni alle case Aler di Corbetta

Giovanni Di Gloria (sx) e Giovanni Tortora (dx) alle case Aler di via Europa

Che le case Aler di via Europa, a Corbetta, facessero acqua da tutte le parti è tristemente risaputo. Putroppo però non si tratta di una battuta e la situazione sta davvero mettendo a dura prova gli abitanti.

A denunciare sono Giovanni Tortora e Giovanni Di Gloria che ci hanno aperto le porte dei loro appartamenti e ci hanno inviato video girati con lo smart phone durante le piogge degli ultimi giorni.

Il problema, secondo quanto denunciato dai due residenti, risiede nella coibentazione del tetto e nella conformazione dello stesso: “Da che è stato rimosso l’amianto nel 2010, ogni qualvolta piove abbondantemente l’acqua ci cade dal soffitto e abbiamo dovuto persino togliere i lampadari per non rimanere fulminati, dato che l’acqua ci cadeva sopra – spiegano – I tetti sono stati mal coibentati e non c’è la giusta pendenza. Gli operai delle Aler hanno lasciato di tutto nella soletta del tetto e anche questo incide”.

Il problema c’è e si vede. L’acqua che filtra abbondantemente dai soffitti, non solo ha fatto staccare pezzi di intonaco dai soffitti stessi delle abitazioni, ma in qualche caso anche piccoli calcinacci. Il pericolo è ovvio.

Pezzi di intonaco e piccoli calcinacci a terra

Culture digitali

Poi c’è il problema dell’umidità che ne consegue e che è evidente. Basta infatti guardare le muffe che ricoprono i soffitti e le pareti delle stanze.

Come si presentano i soffitti delle abitazioni

Problema che rende la permanenza abitativa difficile se, come nel caso di Giovanni Di Gloria, le proprie condizioni di salute non sono delle migliori.

Le muffe che intaccano soffitti e pareti

Culture digitali

“Abbiamo chiesto l’intervento delle Aler ma non abbiamo trovato soluzione – proseguono – Abbiamo fatto appello al sindaco di Corbetta Marco Ballarini. Questo si è attivato e dopo qualche giorno sono arrivati gli operai delle Aler che hanno tamponato il problema con un po’ di silicone ma non è servito a nulla perchè occorre fare pulizia e manutenzione, nonchè un intervento migliorativo dei tetti – concludono – Non sappiamo più che fare, dato che lo stesso sindaco ci ha detto che le Aler restano di competenza regionale. La ex Asl non interviene più in casi di questo genere e i Vigili del Fuoco ci hanno detto che la spesa dell’intervento sarebbe a nostro carico, dato che le Aler sarebbero morose anche nei loro confronti. Assurdo!”

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 275 Articoli
Giornalista

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi