Nasce l’App per segnalare bullismo e spaccio di droga

foto di repertorio

E’ stata lanciata dalla Polizia di Stato in una scuola della periferia romana e ha già prodotto ottimi frutti anche altrove. Si chiama YouPol ed è l’app pensata soprattutto per le fasce giovanili (che utilizzano spesso questo strumento informatico). Per chi denuncia è garantito anche l’anonimato.

A cosa serve

Serve per denunciare in tempo reale con foto, messaggi scritti, link, siti web e video episodi di bullismo e spaccio di droga. Il nuovo strumento digitale è stato realizzato dalla Polizia di Stato.

I vantaggi

L’applicazione consente anche di fare una chiamata di emergenza attraverso un pulsante di colore rosso che riporta la scritta dell'”emergenza”. Si verrà quindi messi direttamente in contatto con la sala operativa della Questura in cui si trova il dispositivo. Il tutto grazie alla georeferenziazione immediata del dispositivo segnalante e del luogo interessato dall’evento. Ciò significa che se anche l’utente è impossibilitato a parlare ma dall’altro capo del telefono si sente il sonoro della situazione di pericolo, le forze dell’ordina sanno dove inviare eventuali controlli.

Arrestato lo spacciatore che dava le dosi ai ragazzini

Su segnalazione di un fruitore dell’App, a Pavia, è stato incastrato un 33enne marocchino, irregolare e senza fissa dimora, che spacciava nei pressi di un supermercato in località Gittà Giardino. Il fatto risale a qualche giorno fa.

culturedigitali Nasce l'App per segnalare bullismo e spaccio di droga Cronaca Italia %Post Title, %Image Name, %Post Category

Il nordafricano teneva le dosi nei calzini e le vendeva negli orari di apertura del supermercato. Il suo stare fisso fuori dall’attività e il via vai di “clienti” ha fatto scattare la denuncia per un sospetto che si è poi rivelato fondato.

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 262 Articoli
Giornalista

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi