Il lunedì nero della M1

Milano. Un inferno incominciato alle 15 e finito dopo le 21. Si può definire così quello che è successo sulla metropolitana rossa ieri pomeriggio.

L’azienda ha più volte annunciato la sospensione della circolazione dei treni sull’intera linea della M1 per problemi di alimentazione elettrica. La mancanza di elettricità ha riguardato diversi orari per diverse ore fino a sera tardi. I passeggeri che erano al capolinea di via Bisceglie si sono sentiti annunciare alle 20 che forse i treni non avrebbero ripreso servizio fino a mezzanotte. Chi doveva prendere i servizi di superfice che portano fuori Milano ha dovuto trovare passaggi e mezzi alternativi perchè in tutta la giornata non sono stati attivati i mezzi sostitutivi di superfice.

Il panico e le frenate

Alle 20.15 il mezzanino della stazione capolinea di via Bisceglie non era molto affollato. Un treno è riuscito a partire dalla banchina tecnica in direzione Sesto San Giovanni. Si è fermato in stazione ha caricato i passeggeri ed è partito. In accellerata per la partenza, però, è arrivata una frenata brusca, innescata automaticamente con tutta probabilità da un nuovo calo di tensione sulla linea. Alcuni passeggeri sono caduti e 5 sono rimasti contusi. Sul posto sono arrivate quasi subito alcune ambulanze che li hanno soccorsi e smistati nei vari pronto soccorsi e i vivili urbani di via Beccaria. Il treno è poi riuscito a ripartire, ma il singhiozzo della M1 è continuato ancora fino alla fine del servizio. Oggi, però, tutto sembra tornato normale, finora.

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 2881 Articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio RPL

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi