L’armata dei governatori contro il Conte 2

Milano. Erano davvero tanti i Governatori di regione che fanno riferimento alla Lega e al centro destra e che si sono trovati all’assemblea degli amministratori all’hotel da Vinci il 14 settembre. Da Govanni Toti, governatore della Liguria, a Marco Marsili, governatore dell’Abruzzo, passando per Maurizio Fugatti, in Trentino, Massimiliano Fedriga in Friuli, Alberto Cirio in Piemonte e naturalemente Attilio fontana in Lombardia e Luca Zaia in Veneto. Matteo Salvini sempre in platea ad ascoltare i governatori e a prendere appunti prima di prendere la parola.

Annunci sponsorizzati

Marco Marsili. “La rottura è un atto di chiarezza

La riunione organizzata della Lega all’hotel Da Vinci di Milano ha messo in risalto che la maggior parte delle regioni in Italia sono governate, se non direttamente dalla Lega, dal centro destra. Quasi tutte. Mancano solo Emilia Romagna Calabria e Umbria che voteranno a breve. La rottura del contratto di governo fra Lega e Movimento 5 stelle a livello statale ha rinsaldato l’alleanza che nelle regioni esisteva già. Il leader indiscusso della coalizione è Matteo Salvini, e gli alleati di centro destra si sentono più sicuri, e partecipano alle kermesse leghiste.

Annunci sponsorizzati

I Malumori del M5S

Attualmente in Italia abbiamo una opposizione che è più forte e salda del governo attuale, il Conte 2. Governare insieme sta sgretolando sia il movimento 5 stelle e sia il PD. Da una parte ci sono le defezioni dal movimento 5 stelle. Nei piccoli comuni, nelle periferie, il malumore dei grillini si sente forte e chiaro. Danno le dimissioni dai consigli comunali, dichiarano di abbandonare la politica e sono fortemente polemici con il loro movimento. In Umbria Pd e m5s vorrebbero fare una allenza travestita da lista civica per battere il centro destra.

Franceschini:”Matteo non lasciare la nostra casa”

Dall’altra parte, Franceschini ha implorato pubblicamente Matteo Renzi di non lasciare il PD. E’ un genere di dichiarazioni che di solito si fanno a cose già avvenute, dopo che si è tentata una mediazione che non ha avuto successo, e quando le valigie sono già pronte sull’uscio di casa.

Matteo Salvini a Pontida e la stagione referendaria

Annunci sponsorizzati

Culture digitali

A Pontida Matteo Salvini ha inaugurato una stagione referendaria durissima. “Durerá pochi mesi” ripete spesso durante i suoi discorsi, poi si andrà a votare. Intanto i consigli regionali cominicareranno a emettere, una dopo l’altra, proposte di legge di iniziativa regionale che metteranno in difficoltà il governo.

Annunci sponsorizzati

Pier da Milano
Pier da Milano 71 Articoli
Aliena vitia in oculis habemus, a tergo nostra sunt. Abbiamo davanti agli occhi i vizi degli altri, mentre i nostri ci stanno dietro. Seneca

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.