Resistenza oggi. Si, ma a pubblico ufficiale

Milano. Una lista degli arresti per resistenza a pubblico ufficiale ieri a Milano. La polizia di Stato ha collezionato una serie di eventi che hanno portato i protagonisti a conoscere per esperienza diretta le carceri milanesi.

Pubblicità

Resistenza a pagare il biglietto dell’Atm

Ieri alle 14.30 un italiano di 29 anni è stato scoperto senza biglietto da uno dei controllori dell’Atm. invece di pagare la multa ha aggredito a spintoni il controllore che ha chiamato immediatamente il 112. Inviata sul posto una pattuglia della volante, per ricondurlo a miti consigli, l’uomo non ha auto remore ad aggredire anche i poliziotti. Risultato: un poliziotto ferito, con una distorsione alla gamba, che ha avuto 8 gironi di prognosi, e l’italiano arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Dovrà anche pagare il biglietto dell’atm.

Pubblicità

Accompagnare i figli a prendere il loro posto nel mondo

La storia si svolge al bar Cimmino di corso Garibaldi 104. Ieri sera, intorno alla mezzanotte una donna di 40 anni con i suoi due figli, un ragazza di 18 anni e un maschio di 16 anni, si è seduta ad uno di tavolini del bar. I tre hanno poi cominciato a litigare per i motivi più diversi con gli altri avventori. ” si vedeva che cercavano lo scontro fisico” ha detto uno dei testimoni interpellati dopo i fatti. Verso le 2 del mattino, infatti, i camerieri si sono preparati a chiudere il bar, la serata era finita, e hanno chiesto ai tre di lasciare libero il tavolino. Il ragazzo ha preso a schiaffi il cameriere, e questo è tornato dentro al locale a chiedere aiuto. I tre lo hanno seguito e hanno iniziato a far volare i piatti, i bicchieri e la posateria.

All’arrivo della volante della polizia di Stato, la famigliola ha aggredito anche i poliziotti. Chiamati i rinforzi, sono riusciti a fermarli. Uno dei poliziotti ha una contusione al braccio e 5 giorni di prognosi Mamma e cuccioli sono stati portati nelle camere di sicurezza e accusati per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamenti. Stamattina il ragazzino minorenne è stato portato al carcere Beccaria mentre le due donne sono state processate per direttissima. Durante l’identificazione si è scoperto che tutti e tre, italiani, avevano già dei precedenti specifici, erano già degli abituè ben conociuti anche in via Fulvio esti dove abitano.

Botte a tutti, così per sport

Pubblicità

GT Consulting

Zona Bonola. Il 112 è stato allertato dai vicini i casa ieri sera. Era in corso un lite in famiglia, fra due coniugi. Come arrivano sul posto, però, l’uomo, un italiano di 46 anni, aggredisce gli agenti. Arrestato immediatamente per resistenza a pubblico ufficiale.

Non sono stato io. E’ colpa degli alieni

Ieri intorno alle 19 una donna di 36 anni è in un bar di via Montenero con un’amica. Le due stanno bevendo un caffè. Un uomo le si avvicina e la prende a schiaffi senza motivo, poi esce dal locale e scappa. Le due donne lo conoscevano di vista e quindi hanno saputo indicarlo agli agenti della polizia interenuti. Lo hanno bloccato poco dopo. Quando gli è stato domandato per quale motivo avesse colpito al 36enne ha risposto ” Non sono stato io. Sono gli alieni e le voci che sento che mi hanno obbligato a farlo.” Non lo hanno arrestato, ma portato in ospedale. Speriamo gli insegnino a resistere alle tentazioni indotte dagli alieni.

Pubblicità

GT Consulting

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 4461 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Editor Specialist

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.