“Sono un carabiniere. Datemi i cellulari” e scappa

Sesto San Giovannni. È con queste parole che un 42enne marocchino ha apostrofato 3 ragazzini di 14, 15 e 16 anni nel tardo pomeriggio di ieri a Sesto San Giovanni. “Sono un carabiniere. Togliete le Sim e consegnatemi i vostri telefoni cellulari. Dobbiamo controllarli”.

I ragazzini, ligi alle leggi e con la coscienza pulita, gli hanno creduto, anche se non era in divisa e non aveva con sè il tesserino e la placca di riconoscimento. Hanno eseguito l’ordine e hanno consegnato i telefoni all’uomo che, quando li ha avuti tutti in mano, è fuggito. I ragazzi hanno così compreso di essere stati imbrogliati e hanno chiamato i carabinieri veri. I militari non hanno apprezzato che il marocchino abbia utilizzato il nome dell’Arma per imbrogliare i ragazzi. Una delle giovanissime vittime non aveva tolto la scheda sim quando aveva consegnato il telefono e in questo modo è stato possibile geolocalizzare l’apparecchio.

I carabinieri hanno così rintracciato l’uomo agevolmente. Lo hanno fermato poco dopo in via Imbonati, a Milano. Aveva ancora con sè tutti i telefoni rubati. Una volta identificato è risultaro avere diversi precedenti per furto. È stato arrestato e accusato di truffa aggravata.

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 2881 Articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio RPL

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi