Il monopattino dell’agosto milanese

Milano, la mobilità dolce è diventata pericolosa. monopattini, segway, hoverboard, skateboard e monoruote elettrici hanno creato trambusto. Il si all’uso è solo per di quelli di proprietà, ma non sui marciapiedi, e non in strada. Si può al momento circolare solo nelle aree pedonali e con molta attenzione. Per piste ciclabili e altre luoghi va atteso il posizionamento dei cartelli di segnaletica

A luglio un decreto del ministero dei trasporti Toninelli ha permesso l’ utilizzo di monopattini, segway, hoverboard, skateboard e monoruote elettrici purchè usati in aree pedonali e purchè non superino i 6km orari di velocità. E’ stato concesso l’uso anche sulle piste ciclabili, e nelle zone a velocità limitata a 20 km e 30 km orari, purchè la segnaletica presente lo preveda.

L’amministrazione comunale di Milano si è fatta cogliere impreparata e all’entrata in vigore del decreto del ministero non aveva ancora preparato i nuovi regolamenti della circolazione e neppure aveva provveduto a posizionare i cartelli di ammissione alle piste ciclabili e alle altre aree, pur avendo aderito alla sperimentazione. Oltrettutto non aveva ancora preparato i bandi per la scelta delle società di sharing.

Le società erano invece prontissime

I monopattini elettrici a noleggio sono apparsi nelle piazze all’entrata in vigore del decreto. In piazza Beccaria, all’uscita della metropolitana della linea Gialla Turati, in Duomo, e in altri luoghi erano lì, belli e invitanti, per i turisti che volevano girare Milano in monopattino o in monoruota. I monopattini elettrici sono rimasti a disposizione del pubblico per quasi un mese, come se fossero installazioni pubblicitarie, prima che a Palazzo Marino si accorgessero della loro presenza e della assenza dei cartelli e bandi. Sono fioccate molte multe, specie per la velocità, e ci sono stati anche degli incidenti.

Da palazzo Marino chiariscono

Dove ci sono cartelli e nelle aree pedonali ognuno può usare i monopattini di proprietà. “Per quanto riguarda il noleggio di dispositivi per la micromobilità elettrica in condivisione è invece necessaria un’ulteriore regolamentazione e per questo l’Amministrazione sta lavorando a una delibera che istituirà e disciplinerà il servizio e le caratteristiche degli operatori, così come espressamente previsto dal Decreto. In questo quadro, anche a seguito di precedenti comunicazioni, è stata inviata nei giorni scorsi agli operatori già presenti con i loro veicoli in strada una lettera di diffida a proseguire l’attività, finché non siano approvati gli atti sulle prescrizioni a cui dovranno obbligatoriamente attenersi.”

Dopo i primi incidenti

Il monopattino è un veicolo elettrico che può raggiungere, in alcuni casi, i 25km orari, quindi non va dimenticato che per circolare in strada deve essere immatricolato, assicurato e avere tutte le accortezze necessarie ad evitare pericoli e incidenti

Culture digitali

o

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 2963 Articoli
Giornalista Milanese e Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni ho collaborato conTvci, una delle prime televisioni private e così sono anche parte della storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di RPL e scrivo su alcune testate, qua e là.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi