Scippa orologio Audemars Piguet da 450mila euro e scappa. Lo prendono a Milano

Milano. L’istinto dei carabinieri del nucleo radiomobile della stazione di Porta Magenta ha colpito ancora. Durante un controllo di routine alle 9 del mattino di ieri in corso Buenos Aires hanno arrestato il ladro di un Audemars Piguet da 450mila euro.

Roma. Lo scorso 3 agosto in via del Viminale, all’angolo con via Napoli M. A. Ashraf, egiziano e presidente di una multinazionale del settore dell’estrazione del gas e delle miniere d’oro, stava accompagnando la moglie nello shopping quando è stato avvicinato da 3 uomini stranieri. Due lo hanno distratto e il terzo gli ha strappato dal polso un orologio Audemars Piguet royal oak offshore, tempestato di oro e diamanti, del valore di 450mila euro.

Nei giorni seguenti due degli scippatori sono stati identificati ma risultavano irreperibili. A casa di uno di loro, in un paese della provincia di Latina, è stato ritrovato però l’orologio. Troppo difficile da rivendere per dei balordi dalla mano lesta.

Milano non è un buon posto per nascondersi

I carabinieri del nucleo radiomobile della stazione di porta Magenta hanno visti 3 stranieri arrivare lungo Corso Buenos Aires a bordo di una Golf. L’istinto e l’esperienza hanno suggerito di controllarli, e non hanno avuto torto. Al posto del conducente e del passeggero c’erano due pregiudicati, un 21enne algerino e un 22enne francese. Sul sedile posteriore sedeva un uomo senza documenti. Ha dichiarato di averli dimenticati in Hotel, all’Eden di via Vitruvio. I carabinieri lo hanno accompagnato sul posto. Nella camera c’erano i bagagli dei tre uomini. I documenti lo hanno identificato come un 21 enne algerino. Al controllo del nome nel database è risultato l’ordine di carcerazione per una condanna a 6 mesi di carcere per un furto e l’ordine pr la ricerca come sospettato per lo scippo all’imprenditore egiziano.

culturedigitali Scippa orologio Audemars Piguet da 450mila euro e scappa. Lo prendono a Milano Cronaca Milano Porta Venezia   %Post Title, %Image Name, %Post Category

Il 21enne algerino non ha tentato resistenza e nemmeno di negare la sua identità. Si è arreso senza storie. E’ stato accusato di furto aggravato e accompagnato alla casa circondariale di San Vittore.

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 2819 Articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio RPL

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Rispondi, rettifica o replica