Via Villoresi, a Corbetta, piazza di spaccio?

L'area di presunto spaccio nel triangolo tra via Villoresi, via Meroni, via della Repubblica a Corbetta

Più di un testimone ha segnalato. C’è chi addirittura ha preso nota della targa di un veicolo che potrebbe essere implicato nel presunto giro di droga che nelle ore serali si svolgerebbe in via Villoresi.

Il condizionale è d’obbligo perchè le forze dell’ordine non hanno ancora fermato nessuno ma, i nomi e i cognomi di chi ha segnalato sono noti agli addetti ai lavori per la sorveglianza e sicurezza. Nomi che, per ovvi motivi, abbiamo scelto di rendere anonimi nonostante siamo in possesso delle prove delle loro segnalazioni. Non solo residenti del popoloso quartiere Marsala, si intende, ma anche semplici passanti.

via Villoresi

Giri “strani”

Alcuni li chiamano “giri strani”, altri non usano mezzi temini e parlano di spaccio di sostanze stupefacenti nella piazzetta dell’edicola di via Villoresi, di notte quando la stessa edicola e il piccolo bar sono chiusi. C’è chi ha notato un’auto grigia che fa da spola tra via Villoresi e via Meroni, con a bordo due uomini all’apparenza giovani. L’ipotesi che è stata fatta finora è che questi due, in auto, facciano da spola tra pusher e “magazzino” per consegnare la “roba”, così che lo stesso pusher, se beccato dalle forze dell’ordine, non sia in possesso di un quantitativo di sostanze stupefacenti tali da superare il cosiddetto uso personale.

Chi è il pusher?

I testimoni parlano di un ragazzo all’apparenza minorenne che, a seconda delle richieste dei clienti, si sposta di qualche metro più in là nelle panchine poste di fronte al veterinario (tra via Villoresi e via della Repubblica). Chi ha segnalato ha parlato di spaccio anche e addirittura alle 21 di sera, quando il sole non è ancora calato (nel periodo estivo). Si tratterebbe di dosi vendute singolarmente: pasticche e in qualche caso anche “polvere bianca” (presumibilmente cocaina o eroina).

Via Meroni

Annunci sponsorizzati

Culture digitali

Noto luogo di tossicodipendenti è il tratto di via Meroni compreso tra il parchetto e il posteggio creato da una decina di anni fa. Attualmente, e decisamente da diversi anni, il parco di via Meroni non è più meta di tossicodipendenti. Lo è stato per tutti gli anni Ottanta e Novanta. Qui, furono trovate in diverse occasioni siringhe per eroinomani. Questa però è storia, per fortuna passata.

Ora la “piazza” di rifornimento sembrerebbe essere il parcheggio di via Meroni. Al contrario della vicina via Villoresi, qui si scambierebbero quantitativi più consistenti- Il tutto, dalle 3 alle 4 di notte.

Annunci sponsorizzati

Culture digitali

Questo per lo meno questo è quanto riportato dai residenti del quartiere (dato che il parcheggio copre un quadrilatero di ville e palazzine).

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 307 Articoli
Giornalista

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi