Macchinette per la sosta manomesse, automobilisti bloccati nel parcheggio dell’ospedale magentino

Ancora danni alle macchinette che nei parcheggi a pagamento posti davanti all’ospedale Fornaroli di Magenta regolano la sosta dei veicoli. Le spese economiche che conseguono a questo tipo di danni inizia ad essere rilevante. Ricade indirettamente sui magentini e l’Asm compie un’esposto ai Carabinieri. A ciò si aggiungono i danni che i soliti ignoti compiono regolarmente al parcheggio multipiano di via De Gasperi: danneggiamenti, imbrattatura di muri, rifiuti e degrado. E poi spuntano ragazzini teppisti nel parcheggio di via Marconi dietro alla stazione ferroviaria.

Nei giorni scorsi è così capitato che chi è entrato nel parcheggio posto davanti al Fornaroli, non sia più riuscito ad uscire a causa del malfunzionamento delle macchinette che regolano l’alzata della sbarra che impedisce di uscire dal parcheggio qualora non si sia pagata la sosta.

Chi frequenta il nosocomio e il multipiano può ben farsi un’idea di chi “lavora” nei parcheggi chiedendo offerte o cercando di vendere merce di vario genere. Chi bazzica nei pressi del multipiano. Chi abita in zona, ben sa che giro di vite si svolge laddove l’occhio delle telecamere non può testimoniare comportamenti illeciti. Farsi un’idea del tipo di persone che potrebbero aver manomesso ancora una volta le macchinetta o lasciato scempio al multipiano non è difficile. E’ un po’ come il segreto di Pulcinella che nessuno però vuole rivelare a voce alta per restare “politically correct”. Ora si vorrebbe individuare chi commette i danni, identificandoli.

Si chiede la videosorveglianza

A chiedere un sistema di videosorveglianza di nuova generazione, e quindi più efficace, è stato il direttore di Asm Aldo Amadori che ricopre il ruolo di procuratore dell’Azienda Multiservizi, la stessa che dal luglio 2016 e su incarico del Comune di Magenta gestisce i parcheggi a pagamento in città. Amadori ha così presentato un esposto ai Carabinieri di Magenta.

La quantificazione dei danni

culturedigitali Macchinette per la sosta manomesse, automobilisti bloccati nel parcheggio dell'ospedale magentino Magenta   %Post Title, %Image Name, %Post Category

Quanto costa questi atti vandalici? Parecchio se si tiene conto del danneggiamento delle apparecchiature elettroniche e della spesa per il loro ripristino, della mancata erogazione dei biglietti di sosta, dell’intervento del personale tecnico e della Polizia locale. Spese che ricadono inevitabilmente sui magentini.

Piccoli teppisti

Non una ma diverse segnalazioni al riguardo di giovanissimi teppisti che importunavano le persone nel parcheggio di via Marconi sono giunte alle forze dell’ordine nella giornata di mercoledì 17 luglio 2019. Il vicesindaco Simone Gelli ha dichiarato che le stesse forze dell’ordine “sono sul pezzo da diversi giorni” e che stanno raccogliendo prove certe per poter agire nei loro confonti. Per questo richiama i cittadini che vogliono fare segnalazioni in merito a chiamare il comando di Polizia locale allo 02.97999 oppure il 112.

Individuato un piromane

culturedigitali Macchinette per la sosta manomesse, automobilisti bloccati nel parcheggio dell'ospedale magentino Magenta   %Post Title, %Image Name, %Post Category

E’ sempreil vicesindaco Gelli a rivelare che la settimana scorsa, grazie alle segnalazione di cittadini, è stato individuato a Magenta un piromane che è stato così denunciatoe in seguito è stato dato il foglio di via da Magenta.

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 262 Articoli
Giornalista

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi