Ascolta le tue gambe, Arteriopatia periferica, la malattia delle vetrine. Se ne parla domani a Healtytude

Milano, il 22 giugno 2019 dalle 11:30 alle ore 12:00 al the Mall, Area Palco Centrale, di P.zza Lino Bo Bardi 1, nel corso della Manifestazione Healthytude si terrà un incontro aperto al pubblico da titolo PAD: Arteriopatia periferica, una patologia sconosciuta e sotto-diagnosticata” durante il quale si parlerà della “malattia delle vetrine. All’incontro parteciperà il Dottor Claudio Cimminiello, Responsabile dell’Ufficio Studi e Ricerche della SIAPAV (Società Italiana Angiologia e Patologia Vascolare).

Il soprannome “malattia delle vetrine” è dovuto al dolore intermittente che si prova al polpaccio mentre si cammina, e che scompare dopo pochi minuti di riposo. I pazienti riferiscono, infatti, di essere costretti a fermarsi per qualche minuto, per esempio davanti ad una vetrina, per aspettare la sua scomparsa.

Durante una breve intervista a proposito di questo problema il dottor Cimminiello ha spiegato che “la metà dei soggetti affetti da arteriopatia periferica non sanno di averla, perché non hanno sintomi. I pazienti completamente asintomatici sono il 25%, quelli che hanno sintomi atipici (che simulano dolori caratteristici dell’artrosi, della sciatica, ecc.) rappresentano un altro 25%, quelli che avvertono dolore, compiendo sforzi come una camminata, sono un altro 25-30%. Poi ci sono le forme gravi, che possono avere come esito finale l’amputazione ma, fortunatamente, sono una percentuale bassa (5-7%)”. Un disturbo quindi che ha i suoi pericoli e che necessità, una volta scoperto, di alcune terapie.

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 2983 Articoli
Giornalista Milanese e Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni ho collaborato conTvci, una delle prime televisioni private e così sono anche parte della storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di RPL e scrivo su alcune testate, qua e là.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi