I risultati specifici per sezione delle europee a Cassinetta. Influirà sulla costruzione della superstrada?

Cassinetta di Lugagnano si distingue da altri Comuni nei risultati elettorali delle europee del 26 maggio 2019 sia per percentuali che per partiti. La Lega Nord, il Pd, Forza Italia, M5s sono effettivamente state le liste più votate ma con percentuali non in linea con quelle nazionali. La particolarità, al momento unica nel territorio, sta nel voto dato a Europa verde che rappresenta a Cassinetta il secondo partito con il 15,59% di preferenze accordate. Gli elettori sono 1.452 e i votanti sono stati 938 con un’affluenza alle urne pari al 64,65%, Proprio in questo dato, si rispecchia un’ulteriore distinguo rispetto alle municipalità limitrofe, in termini di percentuali date a partiti che stanno decisamente a destra e a sinistra. Ecco come hanno votato i cassinettesi.

Annunci sponsorizzati

I risultati puntuali per lista

Lega Salvini premier 40,72% con 382 voti. Europa verde 15,59% con 165 voti. Pd 13,43% con 126 voti. M5s 9,59% con 90 voti. Forza Italia 5,65% con 53 voti. Fratelli d’Italia 5,01% con 47 voti. Europa Italia in comune 2,34% con 22 voti. La sinistra 0,96% con 9 voti. Destre unite 0,64% con 6 voti. Partito animalista 0,53% con 5 voti. Partito Comunista 0,43% con 4 voti. Forza nuova e Popolo della famiglia entrambi allo 0,32% con 3 voti. Popolari per l’Italia e Partito pirata entrambi allo 0,21% con 2 voti.

Annunci sponsorizzati

Parla il sindaco

«Il voto ai Europa Verde è senza dubbio influenzato dalla presenza di Domenico Finiguerra, ex sindaco di Cassinetta e dell’avvocato Veronica Dini. Entrambi da sempre si sono battuti contro la realizzazione della superstrada» ha premesso il primo cittadino Michele Bona. Di preferenze, a Cassinetta, Finiguerra ne ha totalizzate ben 131 e Dini 3. «Il voto ai Verdi è un chiaro segno che la gente vuole che il territorio e il paesaggio rimangano quelli che sono ora – riprende Bona – Il segnale è evidente, anche se la battaglia per costruire la superstrada ce la giocheremo in tribunale. Al di là infatti del ribaltamento delle preferenze degli italiani alle europee 2019 contro quelle del 2014, al Governo restano comunque le forze Lega Nord e M5s con l’equilibrio che vediamo ogni giorno».

I dati nazionali

Lega Salvini premier 34,33%, Pd 22,70%, M5s 17,07%, Forza Italia 8,79%, Fratelli d’Italia 6,46%. Ecco allora che a Cassinetta le Lega Nord ottiene un abbondante 6% in più rispetto al dato nazionale e il Pd oltre 9 punti percentuali in meno. i pentastellati sono circa il 7,5% in più rispetto alla media nazionale mentre Forza Italia e Fratelli d’Italia sono più o meno in linea anche se con percentuali minori. Il voto è stato quindi dato ad altre liste che difficilmente hanno ottenuto risultati simili nel territorio (rapportate al numero di votanti con schede valide).

Annunci sponsorizzati

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 632 Articoli
Giornalista

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.