Nuovi fondi ai piccoli comuni per l’illuminazione pubblica e altre opere in tema di energia

Sulla Gazzetta Ufficiale, serie generale n. 100, è stato pubblicato il decreto n. 34 /19 che include anche gli Enti locali tra i destinatari delle risorse in materia di efficientamento energetico.

Lo rende noto l’On. Alessandro Giglio Vigna, che descrive in questo modo i punti salienti del decreto. “Questi fondi sono destinati alle opere pubbliche in materia di efficientamento energetico. Per esempio dell’illuminazione pubblica, al risparmio energetico degli edifici di proprietà pubblica e l’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Poi per lo sviluppo territoriale sostenibile, anche in materia di mobilità sostenibile, interventi per l’adeguamento e la messa in sicurezza di scuole, edifici pubblici e patrimonio comunale e per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Attenzione ai piccoli Comuni e all’ambiente

Gli articoli 30 e seguenti del decreto prevedono stanziamenti agli Enti Locali in base alle fasce di popolazione. Sintetizzando: ai Comuni con popolazione inferiore o uguale a 5.000 abitanti il contributo sarà pari a 50000 euro; tra 5.001 e 10.000 abitanti a 70000 euro; tra 10.001 e 20.000 abitanti a 90000 euro; tra 20.001 e 50.000 abitanti a 130000 euro; tra 50.001 e 100.000 abitanti a 170000 euro; tra 100.001 e 250.000 abitanti a 210000 euro. Infine, ai Comuni con popolazione superiore a 250.000 abitanti il contributo sarà di 250000 euro.Ritengo infine di fondamentale importanza a livello di Enti Locali anche l’art. 33 che prevede la possibilità, per i Comuni e le Regioni a statuto ordinario, di assumere personale, a tempo indeterminato, con riferimento anche alle materie di mitigazione del rischio idrogeologico, ambientale, manutenzione di scuole e di strade, opere infrastrutturali, edilizia sanitaria.

Penso quindi che sia un’ulteriore opportunità consegnata dal Nostro Governo a trazione leghista per gli Enti Locali, che porta tra l’altro un’importante finalità sociale, dal momento che contiene tra le opere pubbliche finanziate anche quelle in materia di abbattimento delle barriere architettoniche”. 

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 2882 Articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio RPL

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi