Firmato il Patto di sicurezza territoriale. Temi caldi: Polizia ambientale, cyberbullismo, violenza sulle donne

È stato siglato oggi, sabato 4 maggio 2019, il rinnovo del Patto di sicurezza che mette in rete le forze di Polizia locale di 22 Comuni dell’asse Magentino, Abbiatense e dell’ex statale 11: tra loro e con le altre forze dell’ordine. 

Annunci sponsorizzati

La firma è avvenuta in mattinata nella sala consiliare di Magenta. A fare gli onori di casa l’assessore magentino Simone Gelli con la comandante di Polizia locale Monica Porta, che hanno ricevuto l’assessore regionale alla Sicurezza Riccardo De Corato. Presenti anche i vertici dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia stradale, i volontari della Protezione civile e i Vigili del Fuoco. Non potevano mancare anche i sindaci dei Comuni del Patto.

Annunci sponsorizzati

I 3 assi territoriali 

Questi i Comuni coinvolti. Asse del Magentino: Magenta, Bernate Ticino, Boffalora sopra il Naviglio, Corbetta, Marcallo con Casone, Mesero e Santo Stefano Ticino. Asse dell’Abbiatense: Abbiategrasso, Albairate, Cassinetta di Lugagnano, Cisliano, Ozzero e Robecco sul Naviglio. Asse dell’ex statale 11: Arpino, Bareggio, Cornaredo, Pregnana milanese, Sedriano, Settimo milanese.

I temi più importanti 

“Chiudiamo un percorso iniziato 6 mesi fa e che mette in campo 122 uomini di Polizia locale di 22 Comuni del Patto. Con essi 40 ufficiali più i comandanti – ha permesso l’assessore magentino Simone Gelli – Il Patto avrà durata di 3 anni con interesse particolare alla Polizia ambientale, ai reati di bullismo e cyberbullismo, a reati compiuti sul territorio comunale. Si sta seriamente valutando la possibilità di avere un comando che possa coordinate tutta l’attività sui tre assi al fine di realizzare una sicurezza integrata. C’è poi la possibilità di mettere in rete le pattuglie dei 22 Comuni tramite le radio. In questo modo gli interventi sarebbero più rapidi, coordinati ed efficaci”.

Polizia ambientale 

Annunci sponsorizzati

“Si formerà un nucleo di Polizia ambientale con ufficiali e agenti specializzati sul tema e che saranno opportunamente formati – anticipa l’assessore Simone Gelli – Potranno intervenire su tutto il territorio del Patto”. Si pensi a reati ambientali, alla presenza di amuanto, alle aree dismesse che implicano ripercussioni sulla salute pubblica oltre che sulla sicurezza.

Bullismo e cyberbullismo

I fenomeni di bullismo e soprattutto di cyber bullismo sono stati definiti preoccupanti e senza più  confini. “La via anche in tal caso è quella di creare un nucleo specializzato di ufficiali e agenti che verranno adeguatamente formati e che seguiranno i minori e le persone vittime – aggiunge l’assessore  Simone Gelli – La novità sarà quella di affrontare questi reati con una rete integrata tra Polizia locale, Carabinieri, Servizi sociali, Procura, Magistratura e centri specializzati che si occupano di minori dal punto di vista psicologico per un’azione e risultati più celeri”.

Violenza di genere

Annunci sponsorizzati

Culture digitali

Violenza contro le donne e nelle mura domestiche contro anche i bambini o anziani, stalking e altri reati tra i più odiosi perché vanno a colpire i più deboli o chi una voce non ce l’ha. Si proseguirà la collaborazione in rete con i Carabinieri di Magenta e con la stazione di Abbiategrasso “perché attraverso il comando di compagnia abbiamo accesso a informazioni e protocolli operativi importanti” ha concluso l’assessore Simone Gelli. Resta anche in tal caso ferma la collaborazione con sportelli e centri antiviolenza portati avanti in questi anni a livello territoriale.

Annunci sponsorizzati

Cristina Garavaglia
Cristina Garavaglia 632 Articoli
Giornalista

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.