I carabinieri prendono la banda delle marmotte

Milano. Lo scorso sabato i carabinieri hanno arrestato 5 italiani, residenti a Bologna e specializzati nel far saltare in aria i bancomat della Bpm utilizzando delle marmotte esplosive. Velocissimi, 2 colpi su tre province in mezz’ora. 5 quasi insospettabili amici. Ecco la banda delle marmotte: un operaio, un investigatore privato, un barista, un ferramenta e un disoccupato che fungeva da autista.

La banda delle Marmotte colpisce a Solaro ( Mi)

La banda delle marmotte usava un esplosivo fatto in casa con alluminio e nitrato di ammonio, innescato dalla batteria dell’automobile e racchiuso in una sottile scatola di metallo, la marmotta, infilata all’interno della bocchetta dei bancomat della Bpm. L’ esplosione liberava il denaro che era velocemente raccolto.

Come frecce, nella notte

I cinque sono stati arrestati in flagranza di reato dopo aver fatto saltare in aria un bancomat a Lusiago, in provincia di Como, e uno a Solaro in provincia di Milano, a distanza di mezz’ora l’uno dall’altro. Per compiere i colpi usavano delle Golf di alta cilindrata che lanciavano lungo le autostrade a velocità folle. I colpi duravano al massimo un paio di minuti. Veloci, esperti organizzati e tutti con precedenti simili e sempre con lo stesse metodologie.

Il box a Vanzago, quello a Milano e l’appartamento a Pieve Emanuele

Erano mesi che che carabinieri davano la caccia ai bancomattari. Nell’altomilanese i colpi ai bancomat e le esplosioni notturne erano sempre più frequenti. Ne abbiamo avuti anche dalle nostre parti. Casorezzo, Marcallo, Motta Visconti e altri ancora. Forse non tutti della stessa banda ma quelle capacità tecniche e di addestramento le hanno in pochi e su questi pochi si è indirizzata l’attenzione dei carabinieri. A Pieve Emanuele un pregiudicato bolognese aveva preso in affitto un appartamento. Tenendolo sotto sorveglianza i carabinieri sono arrivati ad una autorimessa di Vanzago, dove erano custodite alcune Golf scure, ed ad un’altra di Milano.

L’azione

Nella notte fra venerdì e sabato di Pasqua, a mezzanotte, 4 componenti della banda delle marmotte sono usciti dal box di Vanzago a bordo di una Golf Scura. si sono diretti a Lusiago (Co) dove hanno fatto saltare il bancomat della locale banca BPM. Dopo pochi minuti si stavano già dirigendo verso Solaro dove ne hanno fatto saltare un altro. Infine a mezzanotte e mezza erano a milano dove sono stati sorpresi dai carabinieri, che li stavano aspettando. Nella borsa avevano ancora il bottino, 91mila euro, e un foglietto con gli indirizzi delle banche da derubare. Ora la banda delle marmotte è a san Vittore, in attesa di processo, accusata di furto aggravato fabbricazione e detenzione di esplosivi e di altri reati connessi.

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 2547 Articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Rispondi