Truffa dello specchietto mentre era detenuto

arresti a ossona

Garbagnate. I carabinieri della stazione di Garbagnate hanno arrestato un 22enne con cittadinanza italiana. Mentre era agli arresti domiciliari, approfittava delle 2 ore di permesso di uscita per compiere tentativi di truffa dello specchietto.

Era agli arresti domiciliari per scontare una detenzione già passata in giudicato, ma il giudice gli aveva concesso l’ora d’aria. Per 2 ore ogni giorno poteva uscire e fare una passeggiata. Il 22enne però le utilizzava per tentare di compiere delle truffe. A bordo di un’automobile avuta in prestito affiancava le altre auto, buttava un sasso, fingeva un incidente e tentava di farsi ripagare lo specchietto retrovisore dalla vittima.

Sfruttava l’ora d’aria

Gli episodi accertati dai carabinieri della stazione di Garbagnate, Compagnia di Rho, sono stati 3. In due casi, a Milano e a Garbagnate, si è trattata di una tentata truffa. Nel terzo caso, avvenuto a Baranzate, è riuscito a farsi consegnare 25 euro dal malcapitato. Per beccarlo sul fatto e riconsegnarlo al giudice, i carabinieri lo hanno tenuto sotto osservazione, lo hanno pedinato e controllato per diverso tempo fino a che non hanno potuto documentare l’attività del detenuto durante l’ora d’aria.

osservazione pedinamento e controllo italiano 97 a

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 2496 Articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Rispondi