Madre coraggio salva il figlio con l’aiuto dei carabinieri

arresti a ossona

Segrate – Una madre salva il figlio 23enne dalla cocaina. Denunciati e arrestati gli spacciatori che lo perseguitavano e lo avevano picchiato selvaggiamente. Pretendevano un pagamento da 6mila euro.

È bello scrivere una storia di questo genere, nelle cui pieghe si può leggere la determinazione e il coraggio di una madre che, accortasi dei guai in cui era finito il figlio di soli 23anni, prende in mano la situazione e lo porta dai carabinieri. La notizia nasce infatti da due arresti efffettuati ieri all’interno del compmesso residenziale di Milano 2. I carabinieri hanno fermato 2 uomini, un marocchino 24enne e un albanese di 23 anni, senza fissa dimora e con diversi precedenti, sotto casa della famiglia del ragazzo, proprio mentre si preparavano ad aggredirlo.

I Carabinieri li aspettavano al varco

I carabinieri della stazione di Segrate e gli uomini del nucleo operativo dell’Arma li aspettavano. I due lo scorso 20 febbraio lo avevano aggredito lo studente a calci e pugni e il giovane era finito in ospedale con una prognosi di 10 giorni. Poi avevano iniziato a perseguitare la madre e il ragazzo con numerose telefonate con cui chiedevano, con diverse gravi minacce, di saldare il debito da 6mila euro maturato tra gennaio e febbraio. Il ragazzo infatti aveva avuto da loro diverse dosi di cocaina che non aveva pagato.

La denuncia del giovane ha permesso le indagini e l’intervento dei carabinieri e fatto finire i due a San Vittore. Durante la perquisizione della loro auto, hanno trovato 7mila euro in contanti, 5 grammi di stupefacente e un bilancino. L’accusa per loro è di spaccio, lesioni e tentata estorsione. Vi è anche una terza persona denunciata. Un italiano di 22 anni accusato di aver effettuato alcune delle telefonate minatorie. Il saldo del debito? I due spacciatori hanno fatto male i loro conti e, dato che lo spaccio è illegale, possono scordarsi i 6mila euro.

Culture digitali

Lo studente 23enne invece deve la vita a sua madre per una seconda volta, si spera riesca a disintossicarsi dalla droga e a riprendere la sua vita normale, concludendo gli studi. Con una madre così, ha tutte le chances dalla sua parte.

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 2552 Articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera.