Via Fleming. 10 kg di droga e 2 pistole sequestrati ad un 81 enne

Milano – Si dice che il lupo perde il pelo ma non il vizio, nemmeno con l’età della pensione.

E’ il caso di Michele B. pluripregiudicato 81enne, fermato e ora agli arresti domiciliari dopo che gli agenti del commissariato di porta Genova hanno verificato che era al centro di una banda di spacciatori attiva fra San Siro e via Fleming. Durante le indagini sono stati sequestrati 10kg fra marijuana e altre sostanze già confezionate e due pistole.

Le pistole

Una delle due pistole era una riproduzione fedele cui era stato tolto il tappo rosso, pronta per essere modificata e adattata allo sparo. L’altra invece era una pistola vera, con un colpo in canna. È risultata essere stata rubata in azienda qualche tempo fa. Le due pistole si trovavano all.interno del bochettone di areazione della cucina dell.appartamenro di M.B.

La droga

I 10 kg di stupefacenti erano invece in cantina. Le 4 persone che la polizia ha indicato come componenti della banda di spacciatori avevano a disposizione 4 cantine. Una di queste era intestata ad una donna da poco deceduta. La droga era proprio in questa cantina che era lasciata con la porta aperta. A parte I.P, pregiudicato e sotto sorveglianza presso il Sert di Albenga, che aveva in casa pochi grammi, nessuno aveva droga in casa.

Le indagini

Le indagini non sono state difficili. I 4 si facevano notare. La difficoltà è stata quella di attribuire ai 4 le loro responsabilità. La banda non deteneva la droga in casa o in spazi loro. Aveva marchiato i vari sacchetti con delle parole in codice che indicavano i destinatari.

Soprattutto i 4 avevano instaurato nella palazzina in cui abitano e nei dintorni un clima di terrore psicologico. Nessuno osava ribellarsi o denunciarli. I 4 si sentivano così sicuri di sè che non nascondevano la loro attività. Una falsa sicurezza, perchè ci sono sempre cittadini dal forte senso civico che non si lasciano spaventare.

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 2424 Articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Rispondi