Madre Teresa di Calcutta senza pace

Ossona – In via Madre Teresa di Calcutta da mesi non c’è pace.

Alcuni gruppi di persone hanno preso l’abitudine di utilizzarla per dei bivacchi serali e notturni . Vi succede di tutto. Quest’estate c’è stato chi ha fatto saltare le caselle della posta dai residenti con dei petardi. I frequentatori tengono gli stereo delle auto a tutto volume fino a notte fonda. Certe volte anche le 3,00. Si vede che al mattino non devino alzarsi per andare a scuola o a lavorare.

Al mattino chi esce di casa per andare a lavorare, deve dribblare i rifiuti lasciati da questi insopportabili nottambuli. Tutte le mattine i negozianti si ritrovano a dover pulire il marciapiede dal vomito e dalla pipì degli ubriachi della sera prima. I giardini sono disseminati di bottiglie di birra vuote e di sacchetti di carta con i resti dei panini del McDonald’s che  consumano sul posto .

Invivibile

Nelle ultime settimane e poi, la situazione è diventata in completamente invivibile. Infatti lo scorso 22 novembre è stato rotto il finestrino di un’auto, ad una ragazza hanno tagliato le gomme della macchina ed infine c’è stato anche un furto in appartamento.

Annunci sponsorizzati

Culture digitali

Nelle vie laterali a via Madre Teresa di Calcutta non è difficile sentire l’odore penetrante e rancido della marijuana fumata. Il degrado e la quiete pubblica la via Madre Teresa di Calcutta e Piazza Aldo Moro sono ormai a livelli insostenibili per un paese civile.

Il richiamo ai genitori

In molti casi si tratta di minorenni. Al gruppo partecipano ragazzi tra i 14 e i 20 anni. Tutti o quasi hanno dei genitori che credono che i ragazzini si stiano facendo esclusivamente dei giri per il paese. Ebbene, ad occhio e croce, è meglio che inizino a fare dei controlli perchè i residenti della zona hanno avvisato le autorità.

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 3120 Articoli
Giornalista Milanese e Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni ho collaborato conTvci, una delle prime televisioni private e così sono anche parte della storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di RPL e scrivo su alcune testate, qua e là.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi