Omicidio nei quartieri Cesano Boscone e Corsico

Cesano Boscone – Assan Diallo, un senegallese di 54 anni, di Kaolack, è stato trovato morto ieri sera, 16 giugno, in via delle Querce, all’angolo con via Curiel,  fra Cesano Boscone e Corsico, in un punto in cui il quartiere Lavagna confina con il quartiere Giardino.

Annunci sponsorizzati

Il suo corpo si trovava nel parchetto alle spalle dell’oratorio della Chiesa di San Giustino martire, crivellato di colpi di arma da fuoco. Secondo quanto comunicato, l’uomo è stato colpito da almeno dieci proiettili che lo hanno raggiunto principalmente alla testa. Una vera e propria esecuzione avvenuta in uno dei quartieri dell’hinterland storicamente più problematici, a causa della presenza numerosi domicili coatti per mafia, ndrangheta e camorra che sono stati stabiliti negli anni ’70.  Sono i quartieri dove abitano e agiscono le famiglie dei Sergi, dei Papalia, dei Morabito, e molte altre, che sono salite alle cronache per traffici di droga ed efferati delitti.

Annunci sponsorizzati

Trovata la pistola

In una delle portinerie in disuso all’interno dei palazzi di via Curiel, poco distante da dove è stato trovato il corpo di Diallo,  i carabinieri che stanno indagando sull’omicidio hanno trovato una pistola semiautomatica che potrebbe essere compatibile con quella usata per uccidere. Hanno già una idea di quello che è successo e seguono una pista. E’ probabile che il delitto non resti impunito per molto.  E’ improbabile che si tratti, però, di un delitto a sfondo razzista, come invece si era ipotizzato in un primo momento. Perlomeno, non inteso nel senso che generalmente si dà a questa parola.

In quelle zone, fra quella gente, è più diffusa la mentalità della vendetta per uno sgarro, reso più insopportabile dal fatto che è stato compiuto da una persona di colore, e che secondo “quella mentalità” deve “stare sotto e obbedire” e non ambire ad “ergersi”. Le possibilità sono molte: dall’aver detto un “no” nel modo sbagliato all’aver detto un “si” prendendo sottogamba chi aveva fatto la proposta. Chissà, tutto è possibile.

Annunci sponsorizzati

Assan Diallo, intanto, lascia la moglie e una bambina di 12 anni. Lascia anche molti amici che in queste ore gli stanno dando l’ultimo saluto sulla sua pagina Facebook.

Annunci sponsorizzati

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 4373 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Editor Specialist

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.