Un cantiere fermo da decenni

In piazzale Accursio, all’incrocio tra viale Certosa, via Marco Ulpio Traiano e via Grosotto, proprio a ridosso di un edificio che ospita la filiale di una nota banca, possiamo osservare un cantiere che è un vero e proprio reperto archeologico dell’era moderna. Ormai si è persa persino la storia di quella palazzina mai ultimata, forse qualcuno ricorda cosa doveva essere. Alcuni illustri archeologi hanno persino ipotizzato che dovesse essere la nuova palazzina della USL, (Unità Sanitaria Locale) oggi diventata ASL (Agenzia Sanitaria Locale).

Pubblicità

Da troppo tempo in stato di abbandono

Dato il lunghissimo lasso di tempo trascorso dallo stop dei lavori ad oggi, ovvero quasi vent’anni, non si può certo incolpare una singola forza politica per questo scempio.  Si sono alternate tra loro giunte di diverso colore. Nessuna di queste ha però saputo risolvere una situazione diventata ormai, lasciatemelo dire, ai limiti del grottesco.
Assieme al cantiere in Piazzale Lotto, di cui si parla nell’ articolo “cantiere-piu-vecchio-milano”, è sicuramente uno dei cantieri abbandonati più longevi nella nostra città. Il fatto che non si sia potuti intervenire con un recupero dell’edificio in costruzione, l’abbattimento o qualcosa che potesse quantomeno restituire a quell’area una veste più decorosa e civile

Pubblicità

I grandi progetti e le piccole dimenticanze

Un cantiere fermo da decenni 1 07/06/2018 Cronaca Milano cantiere

Proprio in quest’area hanno visto la luce grandissimi progetti. Pensiamo al centro commerciale Il Portello, al parco del Portello, da poco ultimato, per non parlare dell’ormai famoso Garage Italia, dove Lapo Elkann gestisce un locale innovativo dove si customizzano autoveicoli e dove è presente un ristorante al piano superiore gestito dal noto chef Cracco. L’area insomma, è una tra le più interessanti dal punto della trasformazione che sta negli ultimi anni cambiando la conformazione di Milano.  Purtroppo, forse per qualche motivo burocratico o legale questo piccolo angolo di degrado cittadino rischia di rendere questa trasformazione meno piacevole. Pericolo di intrusioni e di atti illeciti nel cantiere

A causa di una scarsa recinzione facile da scavalcare e che in passato è stata persino parzialmente divelta, è possibile introdursi senza troppa fatica nell’area del cantiere. Questo può più facilmente accadere durante le ore serali, contribuendo a peggiorare la situazione di pericolo e degrado. Sarebbe perciò quantomeno necessario un rafforzamento di tale recinzione, al fine di evitare che venga utilizzato per scopi poco o per nulla legali.

Pubblicità

GT Consulting

Avatar
Gianluca Preti 123 Articoli
Videomaker, grafico, fotografo, appassionato di Milano.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.