Piazza Litta. Se sono rose (di maggio) fioriranno…

Ossona – In molte occasioni il sindaco Venegoni e i componenti della ormai più che “famigerata” squadra di governo di Incontro hanno dichiarato che a maggio sarebbe stata rifatta la pavimentazione di piazza Litta. Siamo al 7 maggio e in piazza Litta non c’è traccia di cantieri.

20180504_194959-350x197 Piazza Litta. Se sono rose (di maggio) fioriranno... Piazza Litta Prima Pagina   L’ assessore Monno colpisce ancora. Dopo la trasformazione del sagrato di piazza San Cristoforo in un avvallamento con sassi semoventi incorniciato da palle di cemento, e con la creazione di un buon numero di barriere architettoniche, ora si dedica a piazza Litta. Negli ultimi 14 anni non è stata fatta alcuna manutenzione alla pavimentazione di porfido della piazza. Si trattava di una di quelle scelte politiche alla ossonese. Nel 2000 ,quando si fece piazza Litta, il gruppo di Incontro, cioè acli,e pd-margherita, era all’opposizione in Comune e i suoi consiglieri comunali si erano battuti per non sistemare la piazza.

Le battaglie per i cedri del Libano, contro il porfido e contro lo spostamento dei gelsi

Impossibile dimenticare la battaglia per non far togliere due cedri del Libano ormai asfittici dal sagrato della chiesetta di san Bartolomeo. Fu seguita subito dalla battaglia per non trapiantare in piazza i gelsi centenari. Infine ci fu la battaglia contro i cubetti di porfido che erano, secondo i consiglieri di Incontro, troppo bassi per reggere il traffico, di cattiva qualità. Incontro e i suoi sostenitori (Graziano Gornati, Lanfranco Garavaglia e altri prolochini) hanno sostenuto queste tesi per anni. A forza di ripeterle ci credevano tutti. La piazza secondo loro era fatta malissimo e si sarebbe riempita a breve di pericolose voragini. Il porfido era il loro nemico principale.

Sono 14 anni che ci vendono la storia del porfido di piazza Litta. Ora dovrebbero proprio vendere il porfido

Così, quando poi vinsero le elezioni nel giugno 2004, dovevano dimostrare che avevano ragione. Evitarono accuratamente di fare qualunque tipo di manutenzione. Sono andati avanti a non fare manutenzioni per 14 anni, sempre raccontando che il porfido di piazza Litta era posato male, troppo poco spesso e che non reggeva il traffico. Ma il porfido resisteva. Anche gelsi centenari che dovevano morire, sono ancora vivi e vegetano benissimo.
Dopo i primi 8 anni senza manutenzioni, i cubetti della pavimentazione hanno cominciato a cedere. Alla fine più di qualcuno è saltato via. Invece di riparare la strada, l’amministrazione comunale sistemava in qualche modo, facendo dei rappezzi caserecci in asfalto. Mica potevano darla vinta al porfido.

Riasfaltature

Finalmente la strada ha ceduto. Sulla parte che ha la pavimentazione di porfido, la via XI febbraio ha degli avvallamenti che fanno pensare che, sotto, la terra sia stata dilavata. Insomma, a vederla sembra davvero che sia in procinto di crearsi una voragine. Quindi l’amministrazione comunale, che finalmente può dire che il porfido ha ceduto, ha dichiarato più volte che avrebbe rifatto la sede stradale, avrebbe venduto i cubetti di porfido, rifatto il fondo stradale e a maggio avrebbe riasfaltato piazza Litta. Siamo al 7 maggio e siamo in attesa. Speriamo non duri altri 14 anni.

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2365 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Commenti e Diritto di replica

Rispondi