Niente area cani. E le multe per chi sporca? E’ tutto un fai da te

Ossona – Al Consiglio comunale di ieri sera se ne sono sentite di tutti i colori. La mozione per rifare il regolamento di tutela animali, con gli obblighi di mettere il guinzaglio, la museruola e un tappo nel sedere ai cani portati a spasso per il paese rimane in vigore. Così come le multe sbagliate.

consiglio comunale ossona sergio garavaglia marino venegoniDue regolamenti, anzi tre, nessuno pubblicato sul sito internet del comune di Ossona o in aree in cui i cittadini possano conoscerlo. Tutti i regolamenti hanno diversi importi per le multe, e quindi c’è una ragione in più per non capirci assolutamente nulla. In ogni caso la mozione presentata da Sergio Garavaglia che chiedeva un riordinamento della materia e di informare i cittadini sui loro regolamenti che sono tenuti a rispettare, è stata bocciata.

Machiavellici! Cambiano le multe del regolamento vecchio per non accettare la mozione di Garavaglia che chiede di modificare quello nuovo

I macchiavellici consiglieri di maggioranza, sorpresi nell’ineluttabilità dei loro errori e di quelli dei loro predecessori della stessa lista Incontro, non potendo negare l’evidenza hanno deciso di non riscrivere il regolamento di tutela animali, quello che impone di impedire ai cani di fare la cacca e che impone delle multe assurde e totalmente inapplicabili. Hanno invece detto di aver deciso di riscrivere gli importi delle multe nel regolamento del 2003, in modo che siano conformi all’impossibilità di applicazione del regolamento del 2008. Quanto al pubblicizzare i regolamenti, la maggioranza ha allegramente soprasseduto. Sia mai che facendo conoscere un regolamento ai cittadini, questi poi non li votino più o cerchino di rispettarli. Quindi si rimane così. Loro di Incontro che si sentono dei geni ad aver scampato il pericolo di approvare una mozione intelligente, e gli altri di Siamo Ossona che non vedono l’ora che passi anche questo ultimo terrificante anno e si torni ad elezioni amministrative in paese.

Scusatemi ma non ho assolutamente nè capito cosa hanno detto nè cosa hanno votato i Verdi di Gibo Rossi sull’argomento. Colpa mia che non lo ascolto mai. Monica Porrati (Lega Nord Ossona) invece si è astenuta. Non sapremo mai cosa pensa dei tappi nel culetto dei cagnolini, ma ora sappiamo che ha anche lei un cane e che pulisce sempre con paletta e sacchetto quando sporca, perchè lo ha detto in consiglio comunale. Suppongo quindi si senta solidale con i proprietari di cani che non sanno che pesci pigliare quando si ritrovano con in mano il sacchetto con la cacca e non sanno dove buttarla.

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2290 articoli

Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l’ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it).
Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

Commenti e Diritto di replica

Rispondi