Piazza Pagano in mano ai parcheggiatori abusivi che chiedono il pizzo

Piazza Pagano in mano ai parcheggiatori abusivi che chiedono il pizzo 1 29/10/2017 Prima Pagina piazza pagano

Sabato pomeriggio i giovani padani della Lega nord di Milano hanno occupato il parcheggio di Piazza Pagano, vestiti con dei giubbotti gialli, per somigliare il più possibile a dei veri parcheggiatori ufficiali. Sono corsi in sostegno al Presidente commissione Affari Istituzionali e Servizi alla Persona del Municipio 7, Francesco Giani,  e ai residenti del municipio che hanno lanciato l’allarme su quello che accade in quel parcheggio, diventato dominio dei parcheggiatori abusivi.

Parcheggio a pagamento più tassa di “protezione”

Il parcheggio di piazza Pagano è a pagamento e dovrebbe essere gestito dal Comune di Milano. Invece è gestito da un gruppo di circa 40 immigrati che ne hanno preso possesso da alcuni anni e obbligano gli automobilisti a pagare un pizzo per evitare di avere danni alle automobili. Il problema è grave, e dal municipio 7 sono partite le lamentele e i richiami al comune, al sindaco, perchè si riporti la zona ad un livello di legalità normale. “I residenti, nonché molti altri che sono costretti a parcheggiare altrove, si lamentano di questa situazione e la giunta Sala per l’ennesima volta è sorda al grido di aiuto dei cittadini.”  Commenta consigliere Giani, Lega Nord.  “La richiesta di sicurezza ormai colpisce tutti i quartieri di Milano, a Pagano Sala ha sempre assecondato questo abusivismo diffuso, è ora di riportare ordine e sicurezza anche in questo rione.”

Parcheggio okkupato

L’occupazione del parcheggio da parte dei giovani leghisti, con la pettorina da parcheggiatore ufficiale, ha liberato il parcheggio dagli abusivi per qualche ora. “Oggi abbiamo manifestato insieme ai residenti permettendo ai cittadini per bene di parcheggiare in tranquillità. Per un pomeriggio è stata ripristinata la legalità e il parcheggio è tornato civile e regolare come dovrebbe essere ogni giorno.” Sono le parole di Laura Aguzzi, coordinatrice dei giovani della Lega di Milano. E’ facile intuire però che la situazione lunedì tornerà quella di sempre fino a che non interverranno le forze dell’ordine, per allontanare o arrestare chi minaccia gli automobilisti e pretende denaro in cambio di “protezione” alle automobili.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi