Pioltello Milano di notte. Marocchino in fuga dai carabinieri

auto carabinieriNon si ferma all’alt a Pioltello e obbliga i carabinieri a inseguirlo fino a Milano, dove è stato catturato non senza aver fatto comunque resistenza a calci e pugni. Si tratta di un marocchino 28enne irregolare e già noto alla giustizia che l’altra notte alle 2 era alla guida di un’alfa romeo e che non si è fermato all’alt dei carabinieri del comando di Pioltello,  ed è fuggito attraversando prima Segrate  per poi imboccare via Palmanova a Milano.  nel territorio di Milano la pattuglia di carabinieri è stata raggiunta anche da una unità della radiomobile milanese, e insieme hanno continuato l’inseguimento fino a che il marocchino non si è infilato in una traversa a fondo chiuso. qui, quando se ne è accorto, ha lasciato l’automobile e ha tentato la fugga a piedi, raggiunto dai militari ha tentato di resistere all’arresto colpendoli con calci e pugni.

Oltre ad essere irregolare sul territorio italiano, l’automobile aveva un’assicurazione falsificata. queste sono state le due motivazioni della fuga e della resistenza. L’auto non era rubata, ma intestata ad un suo connazionale. Non aveva addosso nè droga nè prove di altri reati commessi. Insomma, se invece di scappare, diceva di aver ricevuto l’auto in prestito e di non saper nulla dell’assicurazione se la sarebbe cavata con il solo sequestro dell’auto e con una segnalazione. Invece questa mattina è stato processato per direttissima, per non essersi fermato all’alt, per la fuga e per la resistenza e i calci e pugni con cui ha colpito i carabinieri.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi