Da Barcellona. Video sulle violenze della polizia

Barcellona – Sono numerose le testimonianze che arrivano oggi dalla Catalogna. Uno stato che attacca i cittadini su cui vorrebbe governare non merita di continuare a farlo. Grande la maturità politica dei catalani, che non hanno reagito alle provocazione.

La polizia attacca i catalani, che non reagiscono e restano a mani alzate

Oggi Fabrizio Cecchetti è un inviato speciale. E’ un inviato dalla Regione Lombardia, in qualità di vicepresidente del parlamento lombardo, ma è anche un testimone, un cronista di quel giornalismo live che permette di evitare i filtri di regime. Un tempo queste immagini non le avrebbe viste nessuno. Sarebbero state filtrate e neglia ltri paesi sarebbe arrivato solo ciò che si voleva fare arrivare.

Come aveva promesso durante il presidio davanti al consolato spagnolo la scorsa settimana questa notte, dopo l’ultimo gazebo per il referendum della Lombardia, Fabrizio Cecchetti ha preso l’aereo e si è recato a Barcellona. Ora, lui e i Giovani padani che si sono distribuiti nei vari seggi di Barcellona stanno documentando quanto succede dandoci la certezza che quanto succede è al verità. Il mondo sta cambiando, ma i governi reagiscono con i manganelli dimostrando di essere coscienti di non avere più ragioni e argomenti. Invece di parlamentare e di cercare l’accordo con i cittadini che vorrebbero governare, li picchia, come avrebbe fatto un signorotto del medioevo con gli schiavi della plebe. Qua si tratta di difendere un sistema, di difendere la democrazia, di difendere il diritto di autogoverno dei popoli. Oggi è cambiato il mondo. Anche se è chiaro che l’ingerenza del governo spagnolo ha di fatto impedito lo svolgersi tranquillo di un referendum democratico, chi ha vinto oggi è la non violenza del popolo catalano. Popolo invidiabile che ha dimostrato di essere capace di governarsi più di quanto potrà fare il governo spagnolo.

 

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2290 articoli

Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l’ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it).
Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.