Stadera, via Chiesa Rossa. Sfonda la testa al vicino di casa con una mattonella

Via Chiesa Rossa, angolo, Via F. de Sanctis, a Milano.Grave aggressione questa mattina al quartiere Stadera, in via Chiesa Rossa all’angolo con la via De Sanctis. Un marocchino di 26 anni ha colpito ripetutamente alla testa, con una mattonella in graniglia che fungeva da copertura per un tombino, un italiano di 62 anni, Salvatore Mollici, originario di Catania, Stadera, via Chiesa Rossa. Sfonda la testa al vicino di casa con una mattonella 1 16/08/2017 Prima Pagina staderariducendolo in fin di vita. L’aggredito è una persona già nota alla giustizia . Il marocchino ha dei precedenti per piccoli reati contro il patrimonio, ed è seguito dal centro psico-sociale dell’ospedale San Paolo. Mollici stava andando in farmacia a comprare dei medicinali quando il 26enne lo ha colpito alla testa. Dopo l’aggressione il giovane è fuggito, rifugiandosi nel suo appartamento.

Annunci sponsorizzati

Per arrestarlo i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Milano hanno dovuto entrare da una finestra. Quando li ha visti nell’appartamento, il giovane ha tentato comunque la fuga aprendo la porta e tentanto di uscire, ma è stato subito bloccato. Quando gli stato domandato il motivo del suo gesto il marocchino ha riferito ai carabinieri che lo hanno arrestato che da diversi diversi giorni l’italiano, suo vicino di casa, lo ricopriva di insulti.
Il 62enne, soccorso immediatamente con un’ambulanza del 118, raggiunta poi da un’auto – medica, è stato portato in codice rosso al Policlinico dove versa in gravissime condizioni. In queste ore è in sala operatoria, dove i medici della neurochirurgia stanno tentando di salvargli la vita.

Violenza giornaliera  tra Gratosoglio e Stadera

Gli abitanti dei quartieri Stadera e Gratosoglio non sembrano molto stupiti dell’esplosione di violenza di questa mattina. Il giovane marocchino, regolare e in Italia da tempo, aveva perso il lavoro ed era conosciuto come un ragazzo molesto, da cui stare alla larga. “Comunque via Neera e via Stadera sono piene di arabi che non fanno niente dalla mattina alla sera. Sono sempre in giro e si mettono fuori dai bar. Accoltellamenti e liti sono all’ordine del giorno. Non è facile viverci. Si rischia sempre di fare un passo falso e finirci in mezzo per sbaglio”, dice chi è vive nel quartiere periferico di Milano.

Annunci sponsorizzati

2 Commenti

  1. Ripetuto la parola appartamento 3 volte in poche righe…sono perplessa, e’ giornalista?

Scrivi qui cosa ne pensi