Com’è umano, lei, sindaco Venegoni! (video)

Ossona – Da qualche tempo il sindaco Venegoni ha scoperto che non può impunemente fare ciò che vuole, di nascosto alla popolazione. Invece di cominciare a pensare che un sindaco è al servizio di chi lo ha eletto, e non l’esattore delle tasse o la lunga mano del governo di Gentiloni e di Renzi, preferisce risolvere definendo “sfrontata” me,  la blogger di Cronaca Ossona, ma senza nominarmi.


Dalle colonne di Settegiorni il sindaco Marino Venegoni dice rispetto all’articolo scritto su cronacaossona: “A me tutto questo non risulta. Dovrebbe risultare a me prima che ai blogger che hanno diffuso questa ipotesi. Non ho intenzione di polemizzare con chi sfrontatamente diffonde per vere queste chiacchiere. Gli stessi che solo un paio di mesi fa annunciavano l’arrivo di qualche centinaio di persone ad Asmonte. Il tema della immigrazione è tema da trattarsi con serietà e prudenza, oltre che con umanità. E’ ben nota la motivazione che ci ha mosso verso la condivisione della proposta del Prefetto e di Anci. L’Italia è in difficoltà di fronte a un problema di portata storica che neppure l’Europa intera sa bene come affrontare. Un’Amministrazione comunale deve fare la propria parte, rispondere all’appello del proprio paese con soluzioni sostenibili e controllabili per la propria comunità.”

Sprar, proloco e clandestini

La mia colpa, per cui la “Crème della Crème” di Ossona mi considera “senza vergogna e senza pudore”, una donna che osa mostrare e alzare la fronte, è quella di aver raccolto i sospetti degli ossonesi, aver dato loro voce, e aver fatto notare che essendo villa Bosi di proprietà dell’ospedale Maggiore, non può essere destinata ad usi che non sono compresi nel contratto di affitto con il Comune. L’articolo che ha scatenato la reazione di Venegoni è questo: La Proloco Morus Nigra e i clandestini in villa Bosi. Si, deve avergli fatto salire la pressione, ma non c’è scritto nulla che non sia sfrontatamente vero.

E’ imbarazzante scoprire che il sindaco Venegoni commenta ciò che non ha letto

Non è comunque la prima volta. Come non è la prima volta che Marino Venegoni si confonde sul ruolo del sindaco. Crede che un sindaco sia il mandante del governo italiano di turno, invece di avere il compito di fare l’interesse di Ossona e degli ossonesi. Anche sul concetto di umanità è abbastanza confuso. Il breve spezzone di video, una chicca di Paolo Vilaggio, spiega in pochi fotogrammi qual’è il concetto di umanità del PD, di Venegoni e di Renzi, quando parlano di restare umani.

Togli quelle mani dal vasetto della marmellata, Stanislao!

Quando qualcuno è fermato un attimo prima di mettere le mani nella marmellata è naturalmente portato a sentirsi castrato nelle intenzioni e a rivoltare la rabbia su chi lo ha fermato. Le parole di Venegoni mi hanno ricordato molto un personaggio dei cartoni animati anni 70, Stanislao Moulinsky. “Ebbene si maledetto Carter hai vinto anche stavolta!” Per i giovani che non hanno conosciuto l’investigatore Nick Carter, l’impareggiabile protagonista di Super Gulp, e il suo nemico trasformista Stanislao Moulinsky, consiglio il breve video linkato. Oltre a divertirvi, potrete notare le indiscutibili somiglianze fra me e l’investigarore Nick Carter e quelle fra il sindaco Marino Venegoni e il trasformista Stanislao Moulinsky. Siamo decisamente uguali. Io nel raccontare fatti ovvi e Venegoni nel tentare di nasconderli.

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2266 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.