Elezioni amministrative 2017. L’elettorato diviso boccia il pd ma non vince nessuno

Alle scorse elezioni amministrative dell’11 giugno scorso, tra liste civiche e proliferazione dei partiti, il risultato è stato un voto notevolmente disperso e quel partito che prende tanto ottiene il 20%: nel complesso, il panorama politico non è chiaro e l’elettorato eccessivamente frammentato. Siccome alle elezioni politiche le liste civiche non ci sono, tra chi non è andato a votare (l’affluenza è stata di poco superiore al 50%) e chi ha votato una lista civica, c’è una fetta molto ampia di elettorato che non ha votato nessuno dei partiti presenti in Parlamento, la cui prefrenza è quindi in gioco.

L’elettorato è frammentato

Giornale-29giugno2017-1-350x167 Elezioni amministrative 2017. L'elettorato diviso boccia il pd ma non vince nessuno Il mensile di Roberto Colombo   Visto il punto centrale della scorsa tornata elettorale, vediamo i partiti:
Lega Nord: consolida la crescita della stagione a guida Salvini ma non avanza. Potrebbe forse avere esaurito la sua capacità di attrarre nuovo elettorato; dovrebbe fare chiarezza al suo interno perchè c’è gente NEL partito che parla CONTRO il partito, dando l’idea di essere divisi al proprio interno; inoltre, trovare qualche idea nuova, che a Salvini non mancano, e inventarsi qualcosa sul fronte comunicazione;
Forza Italia: senza Berlusconi sparisce e, da sempre, a Berlusconi le elezioni amministrative interessano poco o niente;
PD: il 40% delle elezioni europee del 2014 è un ricordo ma Renzi ricorda anche, e molto bene, come ha fatto a ottenere quel risultato, cioè dando 80€ di soldi pubblici;
5Stelle: hanno esaurito la loro carica “antisistema”: sono a tavola esattamente come gli altri.
Gli altri partiti: annaspano con la testa un pò fuori dall’acqua, tentando di non finire sotto ed evitare che l’acqua gli salga al naso.

Ai ballottaggi perde il pd

Dopo il secondo turno di ballottaggio del 25 giugno, per stabilire chi ha vinto e chi ha perso nelle ultime elezioni comunali è inutile contare i comuni vinti da una parte e persi dall’altra; serve invece capire quale quadro politico esce. E’ indubbio che il Pd abbia perso posizioni a vantaggio di Lega e centrodestra, i quali però non sfondano e le posizioni dei singoli partiti per un accordo politico (non amministrativo) paiono lontane; infine, il MoVimento 5Stelle vincendo in qualche realtà locale anche rilevante, come Carrara e Fabriano, ha dimostrato di essere della partita.

Roberto Colombo
Chi sono Roberto Colombo 36 articoli
Opinionista.

Commenti e Diritto di replica

Rispondi