Gazebo a Abbiategrasso per le amministrative. Ecco la Lega Nord

lega nord abbiategrasso maroccoli

Abbiategrasso – Continua roboante la campagna elettorale per le prossime elezioni amministrative. Chi vorrà incontrare i candidati del centrodestra, potrà farlo nel pomeriggio di sabato in corso Italia.

maroccoli-350x227 Gazebo a Abbiategrasso per le amministrative. Ecco la Lega Nord Politica Prima Pagina   I gazebo si consumano in queste settimane. Sono molte le volte in cui sono montati e smontati per permettere alla gente di conoscere e farsi un’idea dei candidati che dovranno scegliere fra qualche settimana. Buoni amministratori? sapranno far funzionare la macchina comunale in modo da fare l’interesse degli abbiatesi e non il loro?  L’esperienza di ognuno e la loro “faccia” è valutabile così, all’aperto e con serenità, parlando con loro sotto ai gazebo nel fine settimana. Nel gazebo che sarà in corso Italia nel pomeriggio di sabato sarà possibile incontrare il candidato sindaco del centro destra unito, Cesare Naj, i candidati consiglieri della Lega Nord, Di Forza Italia e delle altre formazioni che fanno riferimento al centro destra di Abbategrasso.

Programmi. Lavoro e sicurezza

I programmi e le proposte saranno presentati nei prossimi giorni. La Lega Nord però, tramite il suo segretario di sezione Giovanni Marroccoli, ha già fatto sapere da subito quali sono gli argomenti che intende seguire a fondo e promuovere. “Il lavoro e la sicurezza sono due degli argomenti che ci interessano.”
Ecco quindi un argomento che interessa molto gli abbbiatesi. Il lavoro e le politiche per facilitare la crescita economica di Abbiategrasso. Ha fatto infatti molto scalpore anche l’offerta del Patron della Mivar, Carlo Vichi. Ha offerto la sua fabbrica, gratuitamente, a chi vorrà produrre ancora televisori ad Abbiategrasso. Ne avevamo giusto parlato su Cronaca Ossona in Carlo Vichi, il patron della Mivar sfida Samsung e rilancia l’occupazione

 

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 2555 Articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera.