Rinvio a giudizio per 35 indipendentisti del Veneto, quelli del tanko

veneto indipendentista

Brescia – Venerdì 17 Marzo a Brescia presso una delle aule del tribunale, i 35 patrioti Veneti accusati di voler trasformare una ruspa in un Tanko saranno processati per terrorismo. Fra loro giovani mamme papà e nonne. Le dichiarazioni dei giudici sono davvero inquietanti. mi hanno davvero terrorizzato.

veneto-350x227 Rinvio a giudizio per 35 indipendentisti del Veneto, quelli del tanko Piazza Litta Prima Pagina   I 35 veneti  arrestati nel 2014 con una azione militare saranno processati. Li hanno accusati di terrorismo. La loro colpa era quella di festeggiare la festa di San Marco, patrono del Veneto, costruendo, per la sfilata, un tanko con una ruspa. Il riferimento era agli altri patrioti veneti, quelli del 1996, che salirono sul campanile di San Marco per testimoniare l’ingiustizia subita dalla Serenissima Repubblica Veneta. La sua annessione forzata allo  stato italiano. Se non ricordate bene la storia qui vi elenco alcuni articoli di Cronaca Ossona.  48 indipendentisti Veneti a processo con l’accusa di democraziaLiberi tutti gli indipendentisti veneti, a parte unoProcessano gli indipendentisti Veneti per terrorismo24 indipendentisti arrestati: anche la Lega Nord di Ossona va a Verona per dar loro solidarietàIndipendentisti veneti: a loro sostegno anche Grittini e Scalvini della Lega Nord.

Questi pubblici ministeri: gente strana

Mettere a confronto la costruzione di un carro allegorico costituito da una ruspa per ricordare l’impresa dei patrioti veneti del campanile di San Marco con le stragi del terrorismo islamico avvenute negli ultimi anni è imbarazzante persino per me che sono dichiaratamente dalla parte degli indipendentisti veneti. Però pare che il PM di Brescia che ha formulato l’accusa non abbia colto. Ha un pelo sullo stomaco di dimensioni stellari oppure è perfettamente incosciente? Non lo so, di certo è persino difficile credere che abbia  una laurea in giurisprudenza, da quello che dice. Questa è la citazione dalla sua requisitoria.

In poche ore diventata virale su whatsapp, con un passaparola fra veneti e lombardi. “Auspicare l’indipendenza, piuttosto che il federalismo regionale, piuttosto che l’autonomismo è già finalità di eversione dell’ordinamento costituito. Non è certamente dialettica politica. Il federalismo è dialettica politica. Il regionalismo è dialettica politica. Non è certamente condividere l’indipendenza di un territorio del nostro paese”. PM Nocerino 03 Marzo A.D. 2017 in Brescia.

17 marzo. Il processo politico

Se si vuole un esempio di processo politico, fatto non agli atti, ma alle intenzioni contro chi lotta pacificamente e democraticamente, per l’indipendenza della repubblica veneta, eccolo qua. Dai gruppi indipendentisti veneti ci è arrivato anche un appello che pubblico. “Il 17 marzo alle ore 9.00, i veneti si ritroveranno davanti al tribunale di Brescia , via L. Gambara, in modo pacifico, per manifestare solidarietà agli imputati e per dire basta ai processi politici. La giustizia italiana si occupi meglio dei ladri, rapinatori e dei corrotti che hanno depredato le nostre case ed aziende e che ci rendono schiavi a casa nostra.È ora di muoverci. W i Popoli liberi. Viva San Marco.”

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 2458 Articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Rispondi