Riso e latte. Una riforma per l’agricoltura

Convegno agricoltura Abbiategrasso

Abbiategrasso – Nonostante il giorno di pioggia gli agricoltori abbiatesi si sono trovati al convento dell’Annunciata pet parlare di latte e riso.

Agricoltura-350x204 Riso e latte. Una riforma per l'agricoltura Eventi Prima Pagina   È in pieno svolgimento il convegno sull’agricoltura e i suoi prodotti che vede impegnati i lavoratori e gli imprenditori del settore. Di questo convegno e dei sui intenti si era parlato in Riso e Latte. Patrimonio padano da preservare, che è poi il titolo dato al convegno. Il confronto fra la politica e i produttori si sta svolgendo nella sala della ex chiesa gotica. Uno dei punti più pesanti è quella della riforma delle regole dell’agricoltura perche quelle odierne non tutelano tutti gli appartenenti alla filiera. E’ l’on Guido Guidesi che se ne prende carico parlando in modo chiaro. Non tutti guadagnano allo stesso modo. Oggi le aziende agricole chiudono. “Le divisioni in agricoltura fanno male. Gli agricoltori francesi ottengono quello che ottengono perchè sono uniti” dice Guidesi. Fa riferimento alle numerose sigle sindacali esistenti in Agricoltura che sono spesso in contrasto fra loro.

Una riforma per l’agricoltura

“Oggi abbiamo un governo che agli agricoltori dá una mancetta, ma è inutile che si abbassi l’irpef sul reddito quando non si produce reddito”. “Il mondo è cambiato e non si può gestire l’agricoltura con le regole di 30anni fa”. “Quello che oggi non ci si può permetere è chiaccherare di agricoltura in modo romantico” questi i contenuti presentati da Guidesi. Per la regione Lmbardia presente con il cons. Federico Lena che ha citato il caso della Bianca di lombardia, una razza di mucca completamente autoctona. Un altro tema è quello del benessere animale.

Presente anche Fabrizio Cecchetti vicepresidente del consiglio regionale, venuto sopratutto per ascoltare i poblemi di un settore che è fra i più importanti della Lombardia. Tra i dati che riporta spiega che con i dazi alla Russia le aziende agricole lombarde sono quelle che ci hanno perso di più. Le 500mila tonnellate di riso della Cambogia importate ultimamente hanno messo in ginocchio i produttori di riso lombardi e piemontesi. “In Cambogia sbiancano il riso con la trielina e noi dovremmo darlo ai nostri figli?” La grande qualitá dei prodotti lombardi è più costosa e soffre della concorrenza della bassa qualitá dei prodotti asiatici. Lo stesso discorso vale anche per l’olio.

Culture digitali

L’arrivo dell’europarlamentare Angelo Ciocca porta una novitá. Sta per essere presentata al parlamento europeo una risoluzione che chiederá la reintroduzione dei dazi sul riso. “Vedremo cosa voteranno gli altri europarlamentari italiani! Vedremo se sapranno prendersi la responsabilitá del loro voto.” Dice Angelo Ciocca. La reintroduzione dei dazi limiterebbe la concorrenza del riso asiatico, che sarebbe venduto allo stesso prezzo di quello lombardo e piemontese. La migliore qualitá sarebbe così premiata. “Sulle nostre tavole devono finire prodotti sani e di qualitá. Non dei prodotti che ci fanno correre dei rischi alimentari.” A fine convegno la sezione della Lega Nord di Abbiategrasso ha organizzato un rinfresco con una scelta di prodotti tipici di Abbiategrasso. Alcuni assaggi che ricordano come a due passi da casa si hanno cibi degni di essere presentati dai grandi ristoranti del mondo.

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 2458 Articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Rispondi