Referendum costituzionale: le ragioni del No

referendum

Arluno – il primo degli incontro pubblici per sostenere le ragion del No al referendum costituzionale è questa sera ad Arluno. Ma ve ne saranno anche a Marcallo con Casone, a Vermezzo e a Cuggiono.Poi, altri ancora prima che arrivi il 4 dicembre.

referendum-324x261 Referendum costituzionale: le ragioni del No Politica Prima Pagina   Lunedì 7 novembre, cioè questa sera, alle ore 21 presso la sala del bar Il Portico, in via Roma 85, ad Arluno. Nunziante Consiglio e Roberto Castelli spiegheranno le ragioni del No al referendum costituzionale proposto da Renzi. La settimana prossima, il 19 novembre alle 18, ancora l’on. Nunziante Consiglio, insieme all’on. Giancarlo Giorgetti e all’ass. Massimo Garavaglia incontreranno i cittadini a Marcallo con Casone, in villa Magnaghi, che si trova in via Roma. L’argomento sarà sempre iI regfererendum costituzionale e i motivi per votare No.
Il 17 novembre invece sarà al volta di Vermezzo, dove è stata scelta la formula del confronto diretto. Nella stessa riunione troverete  sostenitori del Si e sostenitori del No che diranno la loro ragioni in una assemblea congiunta.

Le ragioni del No

Le ragioni del No di cui si parlerà in queste serate ce ne una particolarmente forte. Andiamo a votare al referendum comfiramtivo per cambiare la costituzione perchè Renzi, nella votazione del parlamento a camere riunite non ha avuto il necessario 75% dei voti a favore per poter cambiare la costituzione senza rivolgersi al popolo. Quando è stato votata, nel 2001, la modifica del titolo V della Costituzione la sinistra aveva ottenuto ben più del 75% dei voti dei parlamentari. Oggi sconfessano quello stesso cambiamento della Costituzione. Infatti le norme che stanno proponento cancelleranno qualsiasi tipo di autonomia delle regioni, ricentralzzando i poteri all stato italiano che è l’istituzione più spendacciona e inefficiente che esiste nell’intera Europa.

Ilaria Maria Preti
About Ilaria Maria Preti 2399 Articles
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

2 Commenti

  1. piu’ spendaccioni di Maroni e Formigoni chi c’è? sanità lombarda al collasso e in mano a CL. La stessa riforma costituzionale è stata proposta da Berlusconi e Calderoli

  2. “La stessa riforma costituzionale è stata proposta da Berlusconi e Calderoli “. questo non è vero. l’ha fatta Renzi e la bosch e non ha neppure ottenuto la maggioranza assoluta in parlamento.

    il resto del mesaggio è una opinione

Rispondi