Referendum costituzionale 2016. Incontro per il No

referendum costituzionale no

Arluno – 7 novembre, ore 21, pizzeria il Portico. Il Comitato per il No al referendum costituzionale del 4 dicembre ha organizzato un incontro pubblico. Ha il sostegno della sezione Lega Nord.

comitato-No-324x260 Referendum costituzionale 2016. Incontro per il No Politica   A presentare le ragioni e le motivazioni per votare No a referendum confermativo del prossimo 4 dicembre saranno l’ex ministro Roberto Castelli e il senatore bergamasco Nunziante Consiglio. L’incontro sarà il 7 novembre presso il ristorante il Portico, invia Roma 85, ad Arluno, alle 21.00.
Durante la serata saranno esaminati, uno ad uno, gli articoli che modificano la Costituzione italiana e che saranno sottoposti al giudizio delle urne.
Oltre alle spiegazioni per la scelta del No, sarà anche chiesto di spiegare a più elettori possibile che al referendum del 4 dicembre non è necessario raggiungere un quorum. Il risultato sarà valido a prescindere dal numero di persone che andranno a votare. Se, per assurdo, andasse a votare una sola persona, il suo voto deciderebbe per tutta la nazione.

Perchè votare per il referendum costituzionale?

Il parlamento italiano può cambiare la Costituzione solo se il nuovo testo ottiene il 75% dei voti favorevoli. I parlamentari votano riuniti in una assemblea comune. Se il nuovo testo non ottiene il 75%, ma supera il 50%, deve essere sottoposto a un referendum confermativo da parte della popolazione. Si tratta di un referendum senza quorum e a maggioranza. Qualunque numero siano i votanti, decideranno per tutti. Se la maggioranza dei votanti si esprimerà per il Si, la Costituzione italiana cambierà, se vinceranno i No, rimarrà quella attuale. E si potrà iniziare un nuovo percorso più democratico per modificarla. In realtà questa regola avrebbe dovuto essere la prima a cambiare. Il popolo deve decidere, sempre e in ogni caso,  sulla Carta che stabilisce i suoi doveri e diritti. Già il fatto che la nuova costituzione non lo permettaa è un motivo per dire di No.

 

Ilaria Maria Preti
About Ilaria Maria Preti 2399 Articles
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Rispondi