L’ultimo giovedì da Bagatti Valsecchi

Una delel stanze della casa museo Bagatti Valsecchi a Milano

Nella casa museo rinascimentale Bagatti Valsecchi la musica di Wagner in concerto con il conservatorio Verdi

Chi non ha sognato almeno una volta di vivere fra i fasti e i lussi del Rinascimento? C’è a Milano una casa museo dove questo è possibile nei pomeriggi di tutta la settimana dalle 13 alle 17.45, a parte il lunedì, e nelle altre festività. E’ la casa museo Bagatti Valsecchi, che si trova tra via Gesù e via Santo Spirito. Una casa dalla storia affascinante. A fine 1800 i due fratelli Giuseppe e Fausto Bagatti Valsecchi iniziarono la ristrutturazione della signorile dimora di famiglia. Decisero d’ispirarsi, per arredamenti e decorazioni, a una stretta e realistica osservanza rinascimentale, in accordo con i principi neorinascimentali. Doveva essere ispirata alle abitazioni signorili lombarde dei tempi degli Sforza.

Questa decisione li portò a collezionare dipinti e manufatti del 1400 e 1500 lombardi e a conservarli con dedizione. I due gentiluomini milanesi dedicarono al progetto l’intera esistenza. Nel 1974, il loro ultimo erede, Pasino, decise di donare la casa e il suo contenuto storico alla città. Il palazzo diventò proprietà della regione Lombardia e la fondazione da lui creata ereditò il patrimonio fatto di dipinti, statue, mobili, oggetti d’inestimabile valore. Finalmente, nel 1994, aprì la casa museo.

Vivace programma d’iniziative culturali

Oggi, il museo Bagatti Valsecchi, è centro di un vivace programma d’iniziative culturali, come i giovedì musicali che hanno animato tutto il mese di ottobre. Giovedì 3 novembre l’ultimo appuntamento alle 20.00 con “Bayreuth a Milano”, un percorso musicale delle opere di Richard Wagner attuato con l’Associazione Wagneriana di Milano e il Conservatorio G. Verdi. Il museo ha prezzi popolari. I bambini entrano gratuitamente fino ai 5 anni, dai 6 anni fino ai 18 il biglietto costa 2 euro. Per universitari, over 65, e per chi visita il museo di mercoledì, è di 6 euro. Quello intero è 9 euro.

Annunci sponsorizzati

Mba

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 3707 Articoli
Giornalista metà Milanese e metà Mantovana. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 fino alla fine nel dicembre 2019, speaker di Radio Padania libera, scrivo su alcune testate, qua e là, coordino le redazioni di Co Notizie, Nord Notizie e di altri portali di informazione. Sono anche un Web and Seo Editor Specialist.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Scrivi qui cosa ne pensi