Se a Rho cade il soffitto non è poi così grave

rho soffitto caduto consiglio comunale

Rho – Il consiglio comunale straordinario sulla manutenzione delle scuole mette in seria difficoltà il sindaco Romano. Costretto a sospendere la seduta a causa dell’infelice frase di Viscomi.

rho-324x181 Se a Rho cade il soffitto non è poi così grave Piazza Litta Prima Pagina   Il consiglio comunale straordinario sulle manutenzioni delle scuole è stato molto duro per il sindaco Pietro Romano e per l’amministrazione di Rho. E’ stato convocato dopo il crollo del controsoffitto dell’aula della 3ª A alla scuola Manzoni.  Ne avevamo parlato in Cade soffitto scuola. 3 ragazzi feriti.  In consiglio regionale vi è stata una interrogazione sulla buona scuola e un articolo di Settegiorni ha dimostrato che il sindaco e l’assessore erano a conoscenza della pericolosità delle strutture scolastiche. Ieri sera quindi il consiglio comunale, durato ben 5 ore.  Poi la sospesione del sindaco Pietro Romano.

Saverio Viscomi (Pd): “non è stato poi così grave”

Il consiglio comunale è stato sospeso a causa delle proteste del pubblico e delle opposizioni, dopo che il consigliere comunale ed ex assessore Saverio Viscomi (Partito democratico) ha minimizzato l’accaduto: il crollo di una porzione del controsoffitto dell’aula della 3ª A alla scuola Manzoni non sarebbe stata cosa così grave, ha dichiarato. Le sue parole hanno fatto insorgere il pubblico e le opposizioni. Il presidente del parlamento cittadino ha sospeso la seduta per un incontro dei capigruppo. Ha cercato e poi trovato un accordo per portare a conclusione la seduta contenendo le proteste.

Approvata la mozione di Gente d Rho e firmata da tutte le opposizioni. I ragazzi a scuola nel campo base di expo

Dopo quasi 5 ore di consiglio è stata approvata la mozione presentata da Gente di Rho e Gente di Rho Giovani, sostenuta e sottoscritta da tutti i gruppi consiliari d’opposizione. La mozione individua l’ex Campo Base Expo come possibile “temporary School” nella quale ospitare gli studenti dell’istituto Olivetti.
E’ una soluzione temporanea, adottata in via eccezionale, che dovrà essere avvallata dai dirigenti scolastici,dai genitori e dagli alunni dell’istituto. Prima di essere realizzata, però, dovrà ricevere anche l’approvazione degli altri enti interesssati, cioè la società Expo, Regione Lombardia , Città Metropolitana e il l’ufficio scolastico regionale. (Foto di Massimo Vecchi)

 

Ilaria Maria Preti
About Ilaria Maria Preti 2399 Articles
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Rispondi