Un miracolo per Linda, la bimba caduta nel Naviglio a Bernate

bernate linda naviglio

Bernate – La piccola Linda, la bimba caduta nel Naviglio, è fuori pericolo di vita. Iniziate le pratiche per il risveglio dal coma indotto. Solo fra 10 giorni si potrà sapere se guarirà. La mamma aveva perso il controllo della bicicletta.

bernate-324x182 Un miracolo per Linda, la bimba caduta nel Naviglio a Bernate Piazza Litta Prima Pagina   Ci vorranno ancora almeno 10 giorni per conoscere il destino di Linda, la bambina di sette mesi caduta nel Naviglio insieme alla mamma e rimasta intrappolata nel seggiolino della bicicletta. Le sue condizioni erano subito apparse gravi. Quasi 8 minuti sott’acqua e con il cuore fermo per 40 minuti. Era stata trasportata al reparto di rianimazione della clinica pediatrica, De Marchi dopo che il cuore aveva ripreso a battere. La piccola Linda è ricoverata lì dal giorno dell’incidente. E’ in coma farmacologico, sedata e ibernata, per darle maggiori possibilità di guarigione dei danni che la mancanza di ossigeno può causargli.

I medici hanno iniziato le pratiche per risvegliare Linda dal coma farmacologico

Il suo corpo è stato portato alla temperatura di 34 gradi. Si tratta di una pratica medica che ha lo scopo di evitare sforzi e attività al cervello e agli organi interni che potrebbero aver sofferto per la mancanza di ossigeno. Ieri l’ufficio stampa della clinica De Marchi ha diffuso una nota sulle condizioni di Linda. Hanno dato la notizia che la piccola non è più in pericolo di vita e che i medici hanno deciso di iniziare le manovre per il risveglio. Hanno iniziato ad alzare gradatamente la temperatura corporea, ma il percorso sarà ancora lungo. Ci vorranno ancora almeno 10 giorni perchè si possa cominciare a sperare che Linda recuperi completamente.

Un incidente assurdo e imprevedibile

L’incidente è stato assurdo quanto imprevedibile. Mamma e bimba stavano passeggiando in bicicletta sull’ Alzaia a Bernate, quando un insetto, probabilmente una vespa, si è infilata fra gli occhi e gli occhiali della mamma. La donna ha perso il controllo della bicicletta che le ha trascinate entrambe nel Naviglio.  La mamma era riuscita a raggiungere la riva, ma la bimba era rimasta allacciata al seggiolino della bicicletta. Fra i passanti che si sono precipitati in aiuto delle due, c’è stato un medico anestesista dell’ospedale di Legnano. Non senza difficoltà, ha estratto la bambina dall’acqua e ha iniziato subito le pratiche di rianimazione.

 

ha inviato ieri una nota.

 

Ilaria Maria Preti
About Ilaria Maria Preti 2399 Articles
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Rispondi