Alla ex Bertola arriva la Italmondo

italmondo spa

Ossona – come avevamo già scritto qualche mese fa i capannoni Bertola sono stati acquistati dalla ditta di logistica di Lainate Italmondo. Questa settimana sui capannoni rossi sono apparse le insegne della nuova ditta di logistica.

italmondo-324x243 Alla ex Bertola arriva la Italmondo Piazza Litta Prima Pagina   Ognuno dei capannoni della ex Bertola ha i portoni per il carico scarico numerati di fresco, da 1 a 36. Questo fa pensare che la Italmondo non abbia acquistato solo i capannoni messi all’asta dal curatore fallimentare, ma che abbia acquistato,o perlomeno fatto un accordo con le banche che ne avevano la proprietà. Dell’interesse della Italmondo nei confronti dei capannoni bertola avevamo già scritto nell’articolo Venduti i capannoni Bertola. Arriva una logistica? lo scorso aprile. Non si sa quale sia il prezzo finale che la nuova azienda arrivata a Ossona ha pagato al curatore.
Per Ossona è un dato importante perchè il Comune si è insuinato nel fallimento e sono pochi i creditori che potranno essere risarciti dei debiti. Il comune di Ossona non pare essere fra questi.

I crediti di dubbia esigibilità e la chiusura del fallimento Bertola

A causa delle tasse non pagate dal Bertola, il Comune di Ossona ha chiuso il bilancio rendiconto in rosso per 3 anni. Ha cioè speso soldi che non aveva. Per risolvere il problema lo Stato ha imposto di creare un fondo chiamato “Fondo per i crediti di dubbia esigibilità”. Fino al momento della chiusura del fallimento Bertola le amministrazioni di Ossona dovranno versarvici 13mila euro l’anno. Per i prossimi 30 anni. Questo è stato quanto pattuito con la Corte dei Conti. Dato che i capannoni erano l’ultimo bene in mano al curatore fallimentare Bertola, l’entrata della Italmondo annuncia la chiusura del fallimento. Ora, come avevamo anticipato, la vicenda “crediti di dubbia esigibilità” si chiude. Per il Comune di Ossona diventa la voce: “crediti inesigibili”.

Ilaria Maria Preti
About Ilaria Maria Preti 2399 Articles
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Rispondi