Ossona sicura. Le foto dei ladri

Ossona – Uno degli aderenti al gruppo di Ossona Sicura è riuscito a sorprendere i ladri in azione. Ecco le foto del furto e dei ladri in diretta. Intanto però un altro furto. In via Volta. Questa notte. Spazzolate la cassaforte e le chiavi della macchina.

IMG-20160705-WA0008-324x211 Ossona sicura. Le foto dei ladri Piazza Litta Prima Pagina   Un successo per il coordinamento dei cittadini di Ossona Sicura. La metodologie di resistenza che si sono scambiati hanno dato i loro frutti e uno degli aderenti al gruppo ha fotografato i ladri in azione, dopo aver chiamato le forze dell’ordine e dato le descrizioni particolareggiate dei colpevoli del furto di ieri mattina. Nessun intervento diretto, non si è dei rambo in azione, ma tanto senso civico. Un senso civico che andrebbe premiato. Questo dimostra che il coordinamento fra cittadini di Ossona Sicura è utilissimo e arriverebbe ad essere risolutivo del gravissimo problema di sicurezza che ha colpito il nostro Comune. Altri Comuni sono colpiti da questa piaga ma è ormai chiaro che Ossona è la più tartassata. Anche perchè, dove non c’è Ossona Sicura, nessuno vede i ladri. Come è successo in via Volta questa notte e ieri alle 11.30 in via Pascolutti.

Perchè il Comune di Ossona è contro il coordinamento dei cittadini e il comitato Ossona Sicura?

Solo chi desidera continuare in questo modo, fra ladri, insicurezza e persone moleste si permette di non riconoscere i meriti del coordinamento del gruppo Ossona Sicura, non permettergli di operare serenamente migliorando la sua sorveglianza. Che cosa dire? La domanda ormai sorge spontanea. Che interesse ha l’amministrazione comunale di Ossona a osteggiare, come fa in questo momento, i cittadini che vogliono difendere le loro case e le loro proprietà? Forse la paura di dire che la polizia locale e i carabinieri non sono in grado di farlo? Forse qualcosa di diverso?

E’ inutile mettere la testa sotto la sabbia. E’ ovvio che le forze dell’ordine non sono in grado di proteggere Ossona. Se lo fossero non si sarebbe ridotti in questo modo, con uno o due furti al giorno, con gli zingari che fanno quel che vogliono, con extracomunitari che aggrediscono anche i giornalisti. La colpa non è delle forze dell’ordine, però. Non ci si può aspettare che di fronte ad un disastro come quello di Ossona e degli altri paesi dell’Altomilanese si possa reagire con i numeri che hanno le forze dell’ordine.

Ministro Alfano, faccia una cosa giusta: dimissioni

Chiaramente la colpa principale è del Governo Renzi e del ministro Angelino Alfano. Come ha detto oggi Matteo Salvini sia sulla sua pagina Facebook sia come comunicato stampa, “Ministro Alfano, faccia una cosa giusta: dimissioni. Non per l’assunzione del fratello alle Poste o per quello che avrebbe fatto il padre, ma per la sua totale incapacità di difendere i confini e la nostra sicurezza, i cittadini italiani e le stesse Forze dell’Ordine.” Però la colpa della situazione ricade ampiamente anche su quelle amministrazioni comunali che seguono e sostengono la politica amministrativa del governo, evitando di aiutare e sostenere la cittadinanza quando si organizza e in piena collaborazione con le forze dell’ordine cerca di tamponare una situazione ormai gravissima. Come dice Matteo Salvini, la difesa è sempre legittima. Ecco le fotografie del furto di Ossona, con i primi piani dei ladri.

Le foto dei ladri. Li riconoscete? Li vedete in giro? Segnalateli alle forze dell’ordine

[Best_Wordpress_Gallery id=”43″ gal_title=”ladri Ossona”]

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2355 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

4 Commenti

  1. Considerato che “LA COLPA DELLA SITUAZIONE RICADE AMPIAMENTE ANCHE SU QUELLE AMMINISTRAZIONI ECC..” (leggasi Ossona)perchè chiedersi “CHE IN TERESSE HA L’AMMINISTRAZIONE DI OSSONA A (si dovrebbe dire AD) OSTEGGIARE ECC..” quando lo può chiedere alla sua collega di partito, che è proprio assessore alla sicurezza ed avere così una spiegazione inconfutabile di prima mano. Spiegazione che vorremmo leggere sul blog alla quale penso siano interessati anche gli amici di Ossona Sicura.
    Grazie per l’attenzione e buona serata!

  2. Ah concordo. Ma la colpa di questa mancanza non è certo mia. Non ci sono mai stati blocchi di nessun tipo. Mi piacerebbe molto anche avere le spiegazioni del sindaco. Ma mi sono stufata da parecchio di chiedere senza avere risposte sia a uno sia all’altra. Prova te se riesci ad ottenere una spiegazione plausibile. Io pubblico le risposte di tutti, a parte gli insulti gratuiti.

  3. P.s. La e eufonica si usa solo nel caso di vocali identiche. Negli altri casi, la grammatica moderna non la vuole.

  4. Ultima cosa. Perché usi uno pseudonimo invece del tuo nome reale?

Rispondi