Lettera al prefetto per via 24 maggio

Ossona – Seggiole e passeggini giù dalle finestre. I carabinieri arrivano due volte in via 24 maggio. Passa anche la polizia locale. E allora parliamone! Anche a Radio Padania. Si prepara una lettera al prefetto.

rpl-324x214 Lettera al prefetto per via 24 maggio Piazza Litta Prima Pagina   Si può parlare di giovedì caldo in via XXIV maggio a Ossona. Non si sa per quale motivo, e di fondo neppure ci importa saperlo, dalle finestre della solita casa hanno cominciato a volare oggetti. Una lunga lite a spot, con esplosioni di violenza, non si sa se verbale o anche fisica. Scoppi di violenza interrotti solo quando arrivavano le macchine della polizia locale e dei carabinieri. Le forze dell’ordine sono intervenute parecchie volte tra la le 18 e le 22 circa di giovedì 30 giugno, ma sempre in ritardo rispetto al momento in cui scoppiavano i momenti di violenza. Come le vedevano arrivare, dal balcone, all’inizio della via Baracca, gli scoppi di violenza si calmavano, per ricominciare poco dopo.

C’è chi minimizza la situazione e lo scontro è sulla gravità delle aggressioni. C’è chi parla di percezioni di insicurezza e pretende di dare la colpa ai cittadini insofferenti della situazione. Come se fosse normale. A radio Padania libera si è parlato di questo caso e di come ormai si tenda a sminuire sia la sensazione di insicurezza sia la gravità degli episodi. Nell’immagine è linkata la trasmissione di Radio Padania libera che vi consiglio. Si tenta, con gli ascoltatori, di affrontare il problema delle percezioni dell’aggressività e dell’insicurezza.

Una lettera aperta al prefetto

Il tutto si è svolto sotto gli occhi attoniti dei residenti della via, persone civili che da tempo ormai sopportano questa disgraziatissima situazione. Un intero quartiere di Ossona in scacco. A corollare l’insieme c’è il faldone di denunce alle forze dell’ordine che sono state sporte negli ultimi mesi. Fra procura della repubblica, carabinieri e Comune (al cui protocollo giacciono due lettere che attendono risposta da mesi) giacciono circa 200 denunce. Sono in attesa che qualcuno decida di prendere in mano la situazione e fare qualcosa. Fra queste ci sarebbero anche alcune denunce per resistenza a pubblico ufficiale. Rimane una sola cosa ancora da tentare. Una lettera pubblica, con raccolta firme dei cittadini, da indirizzare al prefetto e che ne chiede l’intervento. Lo scopo è ottenere l’allontanamento dei responsabili dei continui disordini in via XXIV Maggio.

 

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2355 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

Commenti e Diritto di replica

Rispondi