Lavori Enel di Via Rimembranze finiti (forse)

via rimembranze ossona

Ossona – Ritorna usufruibile il parcheggio di via Rimembranze. Finiti, per il momento, i lavori Enel. Tolti i divieti di sosta. Secondo un volantino dell’amministrazione la strada sarà sistemata a breve.

via-rimembranze-324x243 Lavori Enel di Via Rimembranze finiti (forse) Piazza Litta Prima Pagina I lavori Enel in corso in via Rimembranze a Ossona sembrano per il momento finiti. Sono stati tolti i divieti di sosta dal parcheggio e rimangono solo dei cavalletti posizionati sopra ai buchi dei tombini senza coperchio. L’ordinanza comunale che istituiva un senso unico alternato e il divieto di sosta in via Rimembranze in concomitanza con l’ inizio dei lavori Enel non riporta nessuna data di fine degli effetti ma riporta solo la frase “fino a fine lavori”. E’ almeno una settimana che non è presente alcun operaio e non c’è più alcun cantiere. Quindi si può dire che, nonostante il disastro lasciato, i lavori Enel possono considerarsi conclusi e l’ordinanza di divieto di sosta e di senso unico alternato non più in vigore.

Sparito uno dei due marciapiedi. Dura la vita dei pedoni che vanno al cimitero

Uno dei due marciapiedi, sul lato sinistro di via Rimembranze venendo da via Baracca, è stato escavato e il fondo lasciato in condizioni pietose. Buchi, tombini scoperti, terra e sassi. Per i pedoni che si recano al cimitero di Ossona è impossibile camminare su quel lato della strada, senza entrare sulla carreggiata. Da via Rimembranze passano anche gli autobus della Movibus, che spesso si incrociano proprio in quel punto. Per il momento la situazione è questa e pedoni, ciclisti e automobilisti devono fare molta attenzione. Dove non arriva il resto, speriamo arrivi il senso civico degli ossonesi. Posso dare solo alcuni consigli. I ciclisti siano prudenti. Se possibile, non percorrano via Rimembranze. Evitino di cadere a causa del fondo stradale o di essere investiti nel tentativo di scansare buche, avvallamenti, tombini sporgenti o senza coperchio.

I pedoni siano altrettanto prudenti e percorrano la via stando dalla parte destra della strada, rasentando il più possibile il muro di cinta, in fila indiana, fino all’altezza del parcheggio dove, con molta prudenza, è possibile attraversare. Non percorrete la via Rimembranze con passeggini, carrozzine o con i bambini per mano. Agli automobilisti si chiede estrema prudenza. Anche se non c’è divieto, non superate i 30 all’ora. Oltre ad evitare di scontrarvi con i pullman o di investire pedoni, risparmierete le sospensioni dell’ automobile. Non essendoci la segnaletica per la strada dissestata, il Comune è responsabile dei danni alle automobili. Potrebbero, però, esserci lungaggini nei risarcimenti. C’è la possibilità che la loro assicurazione non si faccia carico del rischio. Insomma, potrebbe succedere un po’ come quando si causa un incidente mentre non si indossano le cinture di sicurezza. La vittima aspetta il risarcimento per un pezzo.

Culture digitali

In un volantino distribuito l’anno scorso, il Comune si è fatto garante della sistemazione definitiva (fondo, marciapiedi, asfaltatura e illuminazione) di Via Rimembranze non appena farà bel tempo. Quindi la situazione di emergenza dovrebbe finire a breve, con l’inizio dei lavori per la sistemazione del fondo stradale e la ricostruzione dei due marciapiedi, l’asfaltatura e la nuova predisposizione della segnaletica verticale e orizzontale.

Ilaria Maria Preti
About Ilaria Maria Preti 2398 Articles
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Repliche, rettifiche, commenti e risposte

Rispondi