Elezioni. Su Rho incombono 500 clandestini

Rho – Sull’apertura delle urne del ballottaggio di Rho incombe il progetto di attendere la possibile elezioni di Pietro Romano ( PD) per portare nella cittadella Expo ai confini con le frazioni almeno 500 clandestini. I due candidati, Marco Tizzoni ( centro destra) e Pietro Romano ( PD) sono testa a testa.

pietro romano, marco tizzoni rhoSi vota per il ballottaggio fra Pietro Romano e Marco Tizzoni. Le elezioni di Rho tengono con il fiato sospeso. Forse persino più di quelle di Milano. La causa è il progetto, diventato palese nelle scorse settimane, di utilizzare al cittadella della sicurezza dell’area Expo per ospitare 500 presunti profughi. L’area confina con le frazioni di Rho e sono indubbi i disagi che i cittadini dovranno affrontare nel momento in cui il progetto si realizzasse.Secondo le nostre fonti, c’è stata la volontà di attendere dopo le elezioni per l’insediamento dei clandestini. Avrebbero pensato che, nel caso di vittoria del PD, la resistenza al progetto sarebbe molto blanda e di facciata. Nel caso invece di vittoria di Marco Tizzoni si formerebbe un forte asse con regione Lombardia. Un asse che avrebbe tutti gli strumenti e la volontà per impedire l’accoglienza di altri clandestini nelle aree di Expo. Un asse che diventerebbe anche più forte con la vittoria di Parisi a Milano.

Il volantino apparso a Rho. 500 clandestini se vince Romano

La probabilità di vedersi invadere di clandestini ha stimolato la voglia di lottare dei rhodesi. Nella settimana delle elezioni nelle caselle della posta è apparso un volantino che avvisava del pericolo. Niente firme. il volantino con l’invito al voto era assolutamente anonimo. Pare che il volantino sia di cittadini che sentono il problema e hanno voluto avvisare i vicini di casa. D’altra parte, i problemi che nascono con la vicinanza a un centro di accoglienza sono conosciuti. Ciò che succede da tempo, ad esempio, alla Vincenziana di Magenta, è risaputo. La Cooperativa Intrecci che si occupa di gestione di clandestini alla Vincenziana e anche a Rho risiede proprio a Rho. Non è stato difficile per i cittadini fare due + due, e capire che tipo di business si instaurerebbe nel caso di vittoria della sinistra.

I conti della cooperativa rhodese Intrecci. 2milioni e 300mila euro di fatturato nel secondo semestre 2014

Non lo dico io. Vi do un link. L’articolo con relativa inchiesta pubblicato da LiberaStampa.net. In questo articolo si fanno un po’ le pulci sui conti economici di questa cooperativa che gestisce clandestini a Rho  e Magenta. Dallo Governo la cooperativa riceve dai 31 ai 35 euro al giorno per ogni clandestino assistito. Nel 2014 hanno avuto un incremento de fatturato del 20% e hanno avuto entrate per 4.621.000 euro. Si, 4milioni e 621mila euro.  Le cooperative onlus non possono generare utili. Infatti, per evitare d arrivare con un bilancio in attivo, distribuiscono gli utili durante l’anno sotto forma di stipendi ai soci. Non si hanno ancora i dati 2015, ma il trend è facile da intuire. Tra quanto scrive Libera stampa e la possibilità di avere 500 clandestini a due passi da Rho, non avete certamente bisogno che tragga io le conclusioni per voi. Ci arrivate da soli.

Pietro Romano si è arrabbiato e ha attaccato Fabrizio Cecchetti

Vedersi scoperti non fa piacere a nessuno. Il volantino distribuito nelle frazioni e a Rho è stato inserito nella bacheca Facebook di pietro Romano che l’ha poi commentato con poca convinzione. “Poveretti “scrive. “hanno veramente toccato il fondo!! Pensano che usando questi mezzucci meschini e raccontando balle possono guadagnare voti.” Poi però in altri luoghi, Pietro Romano se la prende con il leghista Fabrizio Cecchetti, che è rhodense.

romano rhoLa risposta non è mancata, ovviamente.” Romano è nervoso, attacca me e Tizzoni raccontando un sacco di bugie. Come è già successo a tutti i sindaci del Pd, se vince Romano verrà obbligato da Renzi a ricevere centinaia di clandestini e non potrà dire nulla in contrario! Noi siamo a favore dell’accoglienza dei veri profughi (donne e bambini che scappano dalla guerra), ma i dati del Ministero degli Interni dicono che i profughi sono solo il 10% e il 90% sono clandestini! Per questo noi diciamo No.”
Poi Cecchetti continua chiedendo il voto per Marco Tizzoni.  “Cari rhodensi, domenica dovrete scegliere: da una parte chi vi racconta bugie e verrà obbligato a portare a Rho centinaia di clandestini, dall’altra chi vi dice come stanno le cose e si batterà per difendere la città mettendo il bene dei Rhodensi prima di tutto. Scegliete Tizzoni Sindaco”.

 

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2335 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.