Odore uova marce. Sono le fogne?

idrogeno solforato, uova marce

Casorezzo – Odore uova marce nell’aria. Se ne lamentano, in questi giorni, molti residenti del legnanese, ma anche a Casorezzo e a Arluno. E’ un gas conosciuto come idrogeno solforato, o solfuro di idrogeno, secondo la IUPAC. viene dalle fogne.

idrogeno-324x312 Odore uova marce. Sono le fogne? Lifestyle Magazine Piazza Litta (Ossona) Prima Pagina Lo chiamiamo odore di uova marce ma non è facile oggi sapere davvero che odore hanno le uova marce. Però il caratteristico odore del solfuro di idrogeno lo conosciamo, perché ci attanaglia le narici in varie occasioni della vita. Alcune volte ci capitano infatti degli inconvenienti biologici. Lo stesso odore, più o meno intenso e con caratteristiche variabili, lo troviamo nelle flatulenze (popolarmente scorrenge) o nei rutti provenienti dal nostro stomaco. Altre volte, come sta accadendo in questi giorni, l’odore pervade l’aria. Della presenza dell’odore si lamentano a Legnano, a Gallarate, Vergiate, ma anche a Casorezzo e a Arluno
L’odore di uova marce, o di zolfo, non è mai un buon segno. Significa che nell’aria si sta disperdendo un gas naturale potenzialmente tossico, l’idrogeno solforato.

L’odor di uova marce è prodotto dalle fogne intasate

Generalmente questo gas è prodotto nelle fogne intasate. Quando il livello di ossigeno all’interno dei tubi sotterranei cala, i batteri che lavorano in assenza d’aria prolificano e decompongono il materiale organico presente con il processo anaerobico. In questo processo emettono il gas che ha il caratteristico odor di zolfo e uova marce.
In queste ore si sta aspettando il responso delle indagini di Arpa Lombardia che sta cercando il punto di origine dell’emissione di gas, in tutto l’Altomilanese e basso varesotto, ma le forti piogge di ieri potrebbero aver risolto il problema in modo naturale. L’acqua, entrando nelle fogne, potrebbe aver sciolto gli intasamenti e, apportando ossigeno all’interno dei tubi, aver diminuito l’intenso lavoro dei batteri anaerobici riportando l’equilibrio con quelli aerobici. Si tratta quindi di un processo naturale, anche se l’ idrogeno solforato è potenzialmente un gas tossico.

C’è chi sostiene che l’allarmismo creato dall’ odore di uova marce è la risposta naturale al pericolo. L’uomo avverte, istintivamente, in presenza dell’idrogeno solforato. In natura, infatti, la presenza dell’odore di zolfo è legato alla diminuzione di ossigeno nell’aria. Quindi, per il nostro istinto atavico rappresenta un pericolo mortale, da cui stare alla larga. In realtà, a meno di non essere all’interno della fogna in cui è generato, non si corre alcun pericolo. Il problema va comunque risolto. E’ sufficiente la manutenzione attenta dei condotti fognari.
Un’altra fonte di odore di uova marce potrebbero essere gli impianti di produzione di biogas, che seguono lo stesso processo di lavorazione con i batteri anaerobici. In questo caso il problema sarà risolto velocemente perché si tratta della perdita del materiale prezioso da utilizzare in processi industriali.

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 2681 Articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio RPL