Inaugurata la nuova Rsa di Corbetta

Rsa Corbetta

Corbetta – Sabato 21 maggio è stata inaugurata davanti a tutte le autorità la nuova Rsa di Corbetta. Avrà 20 posti per i malati di Alzheimer e un nucleo apposito. Aprirà a Giugno 2016.

20160521_123554-324x243 Inaugurata la nuova Rsa di Corbetta Eventi Lifestyle Magazine Prima Pagina   Uno dei più gravi problemi della nostra società è l’assistenza agli anziani quando non sono più nelle condizioni di vivere da soli e quando la famiglia non ha più la possibilità di seguirli adeguatamente. La necessità di quella di avere delle case assistite che possano aiutare rendere migliore gli ultimi anni di vita permettendo attività e vita sociale e nello stesso tempo garantendo le cure necessarie. A Corbetta, lo scorso sabato è stato inaugurato l’edificio della nuova Rsa che entrerà in funzione il prossimo giugno. 16 mila metri quadri di cui 6mila coperti 3 piani,piano terra, primo e secondo piano.

Al piano terra si trova il nucleo Alzheimer, dedicato alla Stella Alpina pensato per 20 ospiti e il centro diurno, dedicato agli anziani che sono ancora in famiglia, ma che hanno la necessità di non restare a casa da soli durante il giorno. Al piano terreno anche le palestre la sala visite, il parrucchiere, anche se in tutti i reparti è prevista una propria sala visite e una palestrina. I pasti saranno preparati da un centro di cottura unico, ma ogni reparto è dotato da una sala corredata di una piccola cucina, che funge da tinello e che può servire per dare agli ospiti che riescono una certa libertà anche l’autonomia di preparare una merenda o una torta o un thè.

Una RSA Allegra dedicata ai fiori di montagna

La nuova rsa è coloratissima, allegra. Le pareti e gli arredi hanno una gamma di 22 colori differenti, e sono pensati per dare un’atmosfera il più calda e familiare possibile. Un altro particolare carino riguarda in nomi dei reparti, che sono dedicati ai fiori di montagna. Le camerette sono doppie e ampie, con il bagno personale, attrezzate con letti con sponde e ruote, e arredate con mobiletti e armadi il meno ospedalizzanti possibile, ma ogni reparto ha anche due camere singole. Una piccolo accorgimento riguarda anche la bocchetta per l’ossigeno che, quando non è in funzione è coperta da un pannello colorato. Le tapparelle sono automatiche che si aprono e chiudono in base alla luce esterna ma le tende sono di stoffa.

Culture digitali

Il reparto Alzaheimer ha una conformazione particolare a U, in modo che sia impossibile per gli anziani perdersi.
Insomma, la nuova Rsa si presenta con un’immagine di modernità ed efficienza, ma la cosa che importa è che vi sia un incremento di posti protetti per gli ammalati di Alzheimer, una delle malattie peggiori della vecchiaia perchè con tuta la buona volontà arriva fin troppo velocemente ad un punto in cui la famiglia non ce la può fare ad assisterli.

Le foto dell’inaugurazione

Il pubblico
« 1 di 26 »
Ilaria Maria Preti
About Ilaria Maria Preti 2381 Articles
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Be the first to comment

Rispondi