Ritrovato il corpo nel canale a Arluno. E’ un giovane

Arluno – Dalla finestra del condominio vedono un uomo trascinato dalla corrente del canale che scorre di sotto e chiamano il 118. Ripescato alle 13 circa del 15 maggio, dopo parecchie ore di ricerche, il cadavere di un uomo.

tomba Ritrovato il corpo nel canale a Arluno. E' un giovane Piazza Litta Prima Pagina   Una famiglia di Arluno, nella zona di via 11 Febbraio , guardando dal balcone di casa ha visto un uomo che veniva trascinato dalla corrente del canale secondario del Villoresi verso Vittuone. Ha chiamato il 118. Sul posto sono intervenuti subito i vigili del fuoco di Via Messina, Milano, un’ambulanza dei soccorritori di Arluno e un’auto medica. La ricerca è continuata tutta la notte lungo i canali. Ieri, alla ricerca dello sfortunato, ha partecipato anche un elicottero che ha perlustrato dall’alto la rete dei canali  che scorrono da Arluno verso Vittuone. Dell’uomo, però, non è stata trovata traccia fino a questa mattina quando, dopo aver fatto abbassare il livello dell’acqua nel Villoresi, lo si è ritrovato. Ieri, la speranza era che fosse ancora vivo e che fosse riuscito a uscire dall’acqua da solo ma, come si era ipotizzato, il suo corpo era in una delle tombinature del canale ad Arluno, fermato dalle griglie di protezione. Tra i soccoritori, questa mattina era presente anche un reparto di sommozzatori. Sono riusciti a ripescarlo intorno alle 13 del 15 maggio. Non si conoscono ancora nè la sua identità nè le cause della morte, ma si tratterebbe di un giovane. Le indagini si sono rivolte verso le persone scomparse nei paesi lungo il tracciato dei canali del Villoresi a monte di Arluno

La notizia è in aggiornamento

Anche se l’acqua non è molto profonda, i canali del Villoresi, sia il principale sia i secondari, possono essere molto pericolosi a causa della forte corrente e delle tombinature che passano sotto alle strade e che alcune volte fanno dei salti notevoli, costruiti per far prendere forza all’acqua. Quasi tutte le tombinature sono protette da griglie ch enon permettono il passaggio di oggetti di grosse dimensioni

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2365 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Oltre che occuparmi di Cronaca Ossona, coordino la redazione di ZoomMilano.it, collaboro con Conlombardia.com e con alcune agenzie di stampa.

Commenti e Diritto di replica

Rispondi