Ladri in Chiesa! Derubati la Canonica e don Angelo

Ossona – Dopo i ladri al cimitero, ora anche i ladri in Chiesa.Nella notte fra sabato e domenica un squadra di 6 o 7 ladri sono entrati nella Canonica di San Cristoforo, a casa del Parroco Don Angelo Oldani.

sancristoforo Ladri in Chiesa! Derubati la Canonica e don Angelo Piazza Litta Prima Pagina   La scorsa notte tra le le 9 e mezzanotte, mentre  il parroco don Angelo Oldani era in oratorio con i ragazzi, una squadra di 6 o 7 ladri ha divelto tutte le porte che dalla piazza, dove c’è l’ingresso, della Canonica. Qui sono riusciti a trovare due casseforti, le hanno divelte, strappandole dal muro e aperte con la fiamma ossidrica sul posto, senza timore di essere scoperti.
I ladri hanno rubato il denaro delle quote già versate del prossimo pellegrinaggio a Roma che i parrocchiani, con molti sacrifici, stavano organizzando; il denaro dell’oratorio, quello personale di Angelo e le offerte della settimana raccolte in Chiesa,  alcuni oggetti sacri di proprietà della parrocchia, che venivano conservati con cura in cassaforte perchè preziosi.

Si sono anche portati via i pochi gioielli che la mamma di Don Angelo, scomparsa di recente, aveva lasciato; stiamo parlando di oggetti come la fede matrimoniale o la catenina del battesimo, o il crocefisso e pochi altri ricordi. Gioielli che sono gioielli non perchè d’oro o preziosi, ma perchè testimoni di promesse e di sacramenti che hanno significato molto e che sono motivo di consolazione per chi rimane sulla terra.
Quando i ladri violano le nostre case ci rubano le nostre cose, i nostri ricordi, ma la cosa peggiore è che ci rubano pezzi di vita e della nostra anima. Sono poche le cose peggiori che gridano più forte vendetta a Dio. Fra queste ci sono i furti sacrileghi, i ladri in Chiesa e dell’intera comunità. E’ inutile nascondersi dietro le parole. I ladri che ci troviamo fra i piedi a Ossona sono i peggiori bastardi che l’inferno poteva vomitare.
I carabinieri questa mattina sono arrivati in parrocchia per fare i rilievi e l’inventario, di quanto rubato e stanno conducendo le indagini.

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2355 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

Commenti e Diritto di replica

Rispondi