Cade dalla giostra e si rompe un braccio

Ossona – Incidente al parco giochi di piazza Aldo Moro. Un bambino cade dalla giostra e si rompe due ossa di un braccio. Dovrà essere operato.

giostra parco giochi ossonaUn bambino di 11 anni  si è ferito ieri pomeriggio al parco di via Aldo Moro a Ossona, cadendo da una delle giostre.
Il bambino, che frequenta le scuole medie, stava giocando con la giostra girevole quando ha perso la presa ed è caduto. Nonostante vi siano, sotto la giorstra di legno e ferro, dei quadrotti di materiale morbido, il bambino si è rotto due ossa del braccio sinistro.
E’ stato subito soccorso e accompagnato all’ospedale dalla mamma, dove in serata i medici hanno deciso di ricoverarlo. La frattura era scomposta e necessita di un’ operazione per ridurla e permettere un pieno recupero dell’arto.
Nel momento dell’incidente il parco giochi di via Aldo Moro era pieno di bambini e dei loro genitori, che sono stati testimoni della rovinosa caduta dalla giostra. Si tratta di un gioco che già altre volte aveva suscitato la perplessità dei genitori per la sua pericolosità.

La giostra può raggiungere velocità di rotazione eccessive anche se spinte da bambini, sfrutta troppo il principio centrifugo della rotazione. La struttura della giostra porta anche ad un dondolamento durante la rotazione, che può destabilizzare il senso dell’equilibrio dei bambini e dare confusione.
Può capitare che i bambini si facciano male cadendo dalle altalene o dagli scivoli ed è per questo motivo che si posizionano delle pavimentazioni morbide, in grado attenuare gli effetti di cadute accidentali, alla base dei giochi nei parchi, ma quando si posizionano in genere si tiene conto anche del tipo di giostra e degli affetti di che può avere la velocità. Anche solo guardando la fotografia, si può intuire  che i quadrotti morbidi non sono sufficienti a proteggere i bambini dalle cadute che possono succedere mentre la giostra gira in velocità, e che il palo centrale non è imbottito. Non è difficile capire che se la giostra è utilizzata da bambini nel pieno delle loro energie può diventare davvero pericolosa.

Ilaria Maria Preti
Chi sono Ilaria Maria Preti 2342 articoli
Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono uno speaker di Radio Padania libera. Lavoro come Web Content Specialist per varie testate giornalistiche e blog. Oltre a cronaca Ossona, mi occupo della redazione di Zoom Milano (Zoommilano.it) e conduco l'ufficio stampa di Conflavoro Pmi Milano (conflavoro.mi.it). Ho scritto di politica, cronaca, turismo, ma anche di edilizia, tasse, assicurazioni, e persino di calcio.

Commenti e Diritto di replica

Rispondi