Pignatiello al ministero Interni. Problema sicurezza? No, Casapound

castano primo pignatiello contro casapound

Castano Primo (Milano) – Il prossimo 23 febbraio tre sindaci dell’altomilanese (Castano Primo, Inveruno e Novate milanese) che fanno riferimento al Partito Democratico (PD) saranno ricevuti al Ministero Interni dal viceministro Bubbico. L’incontro non è stato chiesto per ottenere un maggiore sostegno nella lotta contro la delinquenza organizzata o contro i furti in appartamento o contro il traffico d’armi. Si parlerà invece del “gravissimo” problema posto della festa di CasaPound di Castano Primo nello scorso settembre.

castanoprimo Pignatiello al ministero Interni. Problema sicurezza? No, Casapound Piazza Litta Prima Pagina   Salamelle e birra sono un gravissimo problema di ordine pubblico. L’iniziativa dell’incontro al Ministero Interni, come annunciato da un comunicato stampa, è dei deputati del partito democratico, (di governo) Emanuele Fiano ed Eleonora Cimbro. Parteciperanno il sindaco di Inveruno, Sara Bettinelli, quello di Castano Primo, Giuseppe Pignatiello che sarà accompagnato da due assessori, e il vicesindaco di Novate Milanese Daniela Maldini. Invitati anche altri consiglieri comunali del bollatese. Il viceministro li sgriderà o darà istruzioni per contrastare gli avversari politici a colpi di demonizzazione, promettendo magari anche una legge ad hoc?
Il comunicato stampa diramato dai due deputanti del Partito democratico, Emanuele Fiano e Eleonora Cimbro, farebbe sorridere se non ci fosse la certezza che pensano davvero quello che hanno scritto e che lo fanno sul serio. Eccovelo, completo anche del termine ” sindaca” al posto di sindaco. Il termine è stato femminilizzato come da buona pratica delle femministe del Pci anni ’70.

Castano Primo, 19 febbraio 2016 – “A seguito della richiesta di audizione rivolta alle massime autorità dello Stato da parte del sindaco di Castano Primo Giuseppe Pignatiello – coinvolto nello scandalo del raduno di Casa Pound dello scorso autunno, avvenuto sul territorio del suo comune – e di molti sindaci del territorio dell’Alto milanese, tutti alle prese con la ribalta dei neofascismi e dei neonazismi, abbiamo fissato per martedì 23 febbraio un incontro al Viminale con il Viceministro degli Interni Bubbico, a cui prenderanno parte lo stesso sindaco Pignatiello, con due assessori della sua giunta, il segretario generale di Castano Primo, la sindaca di Inveruno Sara Bettinelli, la vicesindaca di Novate Milanese Daniela Maldini, e altri rappresentanti degli enti locali del Bollatese”. Lo dichiarano i deputati del Partito Democratico . “A seguito dell’incontro, alle 17.30, terremo una conferenza stampa alla Camera, nella quale faremo il punto sull’incontro. L’obiettivo è di dotare gli amministratori di chiari e adeguati strumenti normativi per un efficace contrasto di queste formazioni”, concludono Fiano e Cimbro.

Dato che l’altomilanese non è invaso di ladri e rapinatori, che a Castano Primo non ci sono problemi di ordine pubblico legati alla forte delinquenza presente e al degrado, non è il nuovo Bronx di Lombardia, con furti e rapine, a Inveruno non c’è stata nessuna rapina a mano armata con ostaggi mentre nel bollatese non esistono le ‘ndrine della ‘ndrangheta (Arrestati in 13 per ndrangheta a Milano e in Lombardia. Volevano calabressizzarci) che vogliono conquistare la Lombardia, il sindaco Pignatiello e i suoi colleghi di Novate e di Inveruno hanno deciso di chiedere un’audizione al viceministro dell’interno per chiedere di essere aiutati, in qunado non sanno cosa fare, e non hanno i mezzi per contrastare efficientemente, il gravissimo pericolo delle feste di Casapound. A colpi di salamella e facendo cocciare fra loro boccali di birra, li terrorizzano. Forse sarebbe il caso di far sapere al Pd che dare i permessi per fare delle feste agli avversari politici si chiama democrazia e che demonizzare un movimento solo perchè rappresenta un possibile concorrente politico è antidemocratico. Sarebbe anche il caso di ricordare a questi anacronistici deputati che siamo nel 2016, non nel 1947 e che certe pree di poizione non sarebbero state accettabili nemmeno allora.
Il grave pericolo nero riguarda la festa di Casapound avvenuta in settembre a Castano Primo e che ha lasciato il sindaco Pignatiello un po’ attapirato. Avevamo ampiamente parlato dell’argomento in una serie di articoli che potrete trovare consultando questo link  della ricerca su CO News. Di certo seguiremo  per voi quella conferenza stampa.

Giorgio Sperelli
About Giorgio Sperelli 11 Articles
Abito a Castano Primo da qualche anno. Sono fuggito dal caos e dall'insicurezza della grande città per cercare la tranquillità. Non voglio più scappare. Adesso, scappino gli altri.

Be the first to comment

Rispondi