Arrestato Mario Mantovani. L’accusa è di corruzione e concussione

arrestato mario mantovan

Il vicepresidente della giunta della Regione Lombardia, da poco esautorato dall’assessorato alla sanità, Mario Mantovani, è stato arrestato questa mattina, insieme a due suoi collaboratori. Le notizie di questo arresto eccellente si stanno rincalzando in questi minuti. Le accuse sarebbero di corruzione, concussione e turbativa d’asta. I fatti risalirebbero tra il 2012 e il 2014.

Annunci sponsorizzati

arrestato mario mantovanMario Mantovani, ex sindaco di Arconate e uomo di punto del’ex pdl, molto vicino a Berlusconi, è stato arrestato questa mattina. Mantovani in questo momento, ricopre la sola carica di vicepresidente della giunta di regione Lombardia, in quanto, da quando è stata approvata la nuova riforma dell Sanità, Maroni ha unito tutti gli assessorati che riguardano sociale e salute in uno solo, togliendogli la delega dell’assessorato alla sanità.
La notizia dell’arresto di oggi arriva quasi a ciel sereno. Nulla era trapelato negli scorsi giorni e questa mattina Mario Mantovani era atteso ad una inaugurazione.
E’ stato tratto in arresto dalla Guardia di Finanza, su indicazione del Giudice per le indagini preliminari Stefania Pepe, su richiesta del procuratore aggiunto Giulia Perrotti e del pm Giovanni Polizi.
Le accuse nei confronti di Mario Mantovani sono di concussione, corruzione aggravata e turbata libertà degli incanti e i fatti si sarebbero svolti, sempre da quanto dicono i giornali, tra il 6 giugno 2012 e il 30 giugno 2014.

Annunci sponsorizzati

A quanto si riferisce, infatti, l’arresto sarebbe avvenuto citando la qualità di  “senatore della Repubblica e Sottosegretario di Stato, assessore alla Salute della Regione Lombardia e sindaco del Comune di Arconate.”  Con lui sono stati arrestati altri due suoi collaboratori con le stesse accuse, Giacomo Di Capua, dipendente di Regione Lombardia, e Angelo Bianchi, ingegnere del provveditorato interregionale alle opere pubbliche per la Lombardia e la Liguria. Nella vicenda sono stati coinvolti altri 12 indagati, per i quali ancora non si è accertato nessun reato. In questo momento si stanno svolgendo diverse perquisizioni della guardia di finanza negli uffici di di Mario Mantovani, e si hanno notizie di altre perquisizioni in provincia di Milano, Pavia, Varese, Vercelli e Rimini.
Per i casi di corruzione, dato che non c’è fragranza di reato visto che si tratta di indagini relative al passato, anche se recente, di solito non c’è l’arresto, a meno che non vi sia il sospetto che gli indagati stiano cercando di manomettere o distruggere le prove.

Mario Mantovani, oltre ad essere un politico dell’altomilanese, ed essere il riferimento del PDL locale, era stato praticamente imposto da Berlusconi come assessore alla Sanità in regione Lombardia, dopo al vittoria di Roberto Maroni. In quel momento era senatore e sindaco di Arconate e vi era una chiara incompatibilità con la carica di assessore regionale. Il presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni, gli aveva chiesto più volte e con grazia  di dare le dimissioni da senatore per eliminare l’incompatibilità, così come gli era stato chiesto di dare le dimissioni da sindaco di Arconate, per lo stesso motivo. Ne era nato un lungo tira e molla, specialmente sulla carica di sindaco di Arconate, di cui avevamo parlato anche su Cronaca Ossona negli articoli Arconate, Mario Mantovani ancora sindaco a causa del Consiglio Comunale  e Regione Lombardia; Mario Mantovani non è più sindaco di Arconate (forse).

Annunci sponsorizzati

Un’altra incompatibilità che era stata registrata era quella legata alla sua attività lavorativa. Mario Mantovani infatti, come suo lavoro personale, gestisce case di riposo per anziani, spesso accreditate in Regione Lombardia e per questo si era dovuto estrapolare i capitoli che riguardano le case di riposo dall’assessorato alla salute e affidarle all’assessorato alla casa e alla famiglia che era retto da Cristina Cantù. Queste incompatibilità erano spesso oggetto di imbarazzi politici, fino a che con l’approvazione della nuova riforma della sanità, si è potuto accorpare in un solo assessorato tutte le deleghe relative alla salute, che adesso sono gestite direttamente dal presidente Roberto Maroni.
Nelle prossime ore cercheremo di tenervi informati di quanto sta succedendo e che porterà ad un terremoto nella politica dell’altomilanese.

Annunci sponsorizzati

Ilaria Maria Preti
Ilaria Maria Preti 4357 Articoli
Metà Milanese e metà Mantovana, sono il Direttore responsabile di Co Notizie -Zoom News. Ho iniziato giovanissima con cronaca, cibo e politica. Per anni a Tvci, una delle prime televisioni private, appartengo alla storia della televisione quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 al 2019 speaker di Radio Padania libera. Ora scrivo su alcune testate, coordino portali di informazione, sono una Web and Seo Editor Specialist

2 Commenti

  1. ecco <a href="http://www.cronacaossona.com/2015/10/13/massimo-garavaglia-indagato-per-aver-protetto-i-disabili/" rel="nofollow ugc">http://www.cronacaossona.com/2015/10/13/massimo-garavaglia-indagato-per-aver-protetto-i-disabili/</a>

Scrivi qui cosa ne pensi, rettifica, replica, aggiungi, ecc. ecc.